Sabrina Salerno, Fiorello e Amadeus (Ansa)
Sabrina Salerno, Fiorello e Amadeus (Ansa)

Sanremo, 5 febbraio 2020 - C'è tanto spettacolo nella seconda serata del Festival di Sanremo 2020. Per provare a bissare il successo di ascolti dell'esordio, Amadeus sfodera una serie di superospiti che fanno ballare e cantare l'Ariston, mentre Fiorello mattatore veste i panni di Maria De Filippi, trascina sul palco Novak Djokovic, canta, balla. Il momento più atteso - forse - è la reunion dei Ricchi e Poveri, ma non meno trascinante è Zucchero. Emoziona l'Ariston sia il duetto Massimo Ranieri e Tiziano Ferro sulle note di 'Perdere l'amore', sia il 22enne Paolo Palumbo affetto da sla, che canta la sua malattia. Applausi anche Gigi D'Alessio. 

Passa invece in secondo piano la gara dei Big compresa l'esibizione senza maschera del controverso Junior Cally, che alla fine risulta ultimo nella classifica stilata dalla giuria demoscopica. 

Le pagelle dei look della seconda serata: Zucchero è il top

La classifica provvisoria

Questa la classifica complessiva della giuria demoscopica: 
1. Francesco Gabbani
2. Le Vibrazioni
3. Piero Pelù 
4. Pinguini Tattici Nucleari
5. Elodie
6. Diodato 
7. Irene Grandi 
8. Tosca 
9. Michele Zarrillo 
10. Levante 
11. Marco Masini
12. Alberto Urso 
13. Giordana Angi, 
14. Raphael Gualazzi 
15. Anastasio 
16. Paolo Jannacci 
17. Achille Lauro 
18. Enrico Nigiotti 
19. Rita Pavone, 
20. Riki
21. Elettra Lamborghini
22. Rancore 
23. Bugo e Morgan
24. Junior Cally























I momenti clou della serata

Laura Chimenti: "Mezzobusto e mamma: sul palco per le mie figlie"

Fiorello è Maria De Filippi

Amadeus entra dalla platea, poi tocca a Fiorello travestito da Maria De Filippi per onorare la scommessa fatta ieri sera in caso di successo del festival. Parrucca bionda, abito nero e l'immancabile caramella in bocca, lo showman scende le scale dell'Ariston sulla musica di 'C'è posta per te'. Fiorello prova a imitare la conduttrice di Canale 5. "Il problema è una parola sola: Techetechetè, questa cosa rimarrà per sempre, ma io ho una famiglia a casa - ironizza lo showman - Sembro Boris Johnson piastrato". "Questa è la nuova Rai", scherza salutando il direttore di Rai1, Stefano Coletta. E immediata la telefonata in diretta della vera Maria De Filippi: "Intanto complimenti Amadeus. E tu Fiorello sei bellissimo, stasera ancora di più".

Giovani: Fasma e Marco Sentieri semifinalisti

Poi subito spazio alla gara delle Nuove Proposte. In semifinale approdano Fasma, che ha la meglio duo femminile Martinelli/Lula, e Marco Sentieri, che batte invece Matteo Faustini. Venerdì saranno dunque in gara a Tecla e Leo Gassmann, qualificatisi nella prima serata.

Standing ovation Fabrizio Frizzi

Ma la seconda serata del Festival è dedicata idealmente a Fabrizio Frizzi, che oggi avrebbe compiuto 62 anni e al quale l'Ariston tributa una standing ovation. "Sono convinto che se Fabrizio ci fosse stato ancora, questo 70/o festival lo avrebbe presentato lui", dice commosso Amadeus, presentando la moglie del conduttore scomparso, Carlotta Mantovan. "L'ho voluta qui per farle sapere che Fabrizio è sempre nei nostri cuori", sottolinea.

Ancora Fiorello e il suo inedito

Sul palco torna Fiorello che trasforma l'Ariston in discoteca ballando con un gruppo di danzatori sulle note di Stayin' Alive ("Sono l'Enzo Paolo Turchi 3.0", "sono un'etoilette"), annuncia la "storica reunion dei Rich and Poor", i Ricchi e Poveri in formazione a quattro ("se mi metto in mezzo faccio il reddito di cittadinanza"), festeggia il 52% di share della prima serata ("Vai col Pd", incita Amadeus), si concede un intermezzo da villaggio turistico con Amadeus sputandogli l'acqua sull'orecchio e poi canta un inedito. "Non è detto che chi arriva ultimo/non avrà successo guarda Vasco Rossi/nel '95 il vincitore annunciato arrivò quinto si chiamava Fiorello/e non so se vi ricordate Toto Cutugno/arrivava sempre secondo, come Ultimo/ma senti qua che ritornello/e sarà standing ovation. Questa è la classica canzone di Sanremo/dove si vince coi 'ti amo'/o Marco non ritorna più/si può dare un po' di più/Eros con adesso tu/si vince solo con le u", canta Fiore.

Djokovic canta 'Terra promessa'

Intanto va avanti la gara: si esibiscono Piero Pelù, Elettra Lamborghini, Enrico Nigiotti. Poi torna il mattatore Fiorello e invita sul palco Novak Djokovic, seduto in platea. Il numero 1 del tennis canta 'Una terra promessa' di Eros Ramazzotti, poi si presta a uno scambio di colpi con tanto di racchetta e pallina. In perfetto italiano il tennista ricorda anche i suoi trascorsi nel nostro Paese dove da under 12 e under 14, proprio in quel di Sanremo, ha giocato tornei giovanili.

Scale difficili per Sabrina Salerno

E rischia l'incidente Sabrina Salerno mentre scende le scale dell'Ariston. Il tacco a spillo resta impigliato nel supersexy vestito nero in paillettes e lei fatica a non cadere. Amadeus, galante, si precipita al suo fianco. (FOTO)

L'Ariston canta 'Perdere l'amore' 

Grande emozione poi con il duetto di Tiziano Ferro e Massimo Ranieri con 'Perdere l'amore', tra i più grandi successi della storia del festival con cui Ranieri vinse nel 1988. Il pubblico in sala canta con loro e alla fine si alza in piedi ad applaudirli. "Stasera te permett' e me chiamà papà", dice il 'vecchio leone' a Tiziano, che lo invita al concerto che terrà allo stadio San Paolo di Napoli il 24 giugno.

Ricchi e Poveri show

Tutti in piedi a cantare, ballare e battere le mani quindi con la reunion dei Ricchi e Poveri, in formazione originaria a quartetto. Si comincia con 'L'ultimo amore', primo brano del gruppo e cover di 'Everlasting love' del 1968, in versione inedita. Seguono 'La prima cosa bella' e 'Che sarà', di cui viene fatto il bis quando Fiorello si improvvisa quinto del gruppo. Poi parte il medley 'Se m'innamoro', 'Sarà perché ti amo' e 'Mamma Maria'. "Da ora in poi i Ricchi e Poveri non si lasceranno più", conclude Amadeus salutandoli. 

L'INTERVISTA / "Noi, Ricchi e Poveri, la nuova cosa bella"

Zucchero e Gigi D'Alessio

L'Ariston torna a ballare con l'esibizione di Zucchero. Il bluesman, accompagnato dalla sua band, canta il nuovo singolo 'Spirito nel buio' e La canzone che se ne va', poi ripropone il suo successo 'Solo una sana e consapevole libidine'. Emozione e standing ovation anche per Gigi D'Alessio, ospite a 20 anni dal suo debutto al Festival con 'Non dirgli mai'. Il cantautore ha interpretato magistralmente la sua canzone in una nuova versione, accompagnato dall'orchestra di Sanremo.