Sanremo, 15 dicembre 2020 - Sarà un Sanremo 2021 all'insegna della normalità. Lo credono (e sperano) tutti, a cominciare dal direttore di Rai 1 Stefano Coletta che ribadito come la rassegna avrà luogo all'Ariston in presenza di pubblico. Confermate le date del Festival, in programma dal 2 al 6 marzo. I cantanti Big in gara sono 26 e verranno annunciati in diretta tv giovedì 17 dicembre in prima serata su Rai Uno. Le notizie arrivano dalla 'scoppiettante' conferenza stampa di 'Sanremo Giovani' dove, a sorpresa, ha fatto irruzione (in videoconferenza) anche un Fiorello più in forma che mai. 

I cantanti

Saranno 26 i Big in lizza sul palco dell'Ariston, due in più dello scorso anno. "La proposta era enorme - ha spiegato il conduttore Amadeus - ho ascolato quasi 300 brani che mi sono stati inviati e, rispetto ai 20 previsti, ce n'erano almeno altri 20 meritevoli". E ha ammesso di avera avuto "l'imbarazzo della scelta". Sulle quote rosa oggetto di polemica nel 2020, Amadeus ha tenuto a precisare che  sul palco quest'anno in gara saliranno "10 donne".

L'annuncio in diretta

Giovedì 17 dicembre andrà in onda su Rai 1 la finale di Sanremo Giovani. Durante la serata, dal Teatro del Casinò di Sanremo, verranno annunciati in diretta i nomi dei 26 cantanti Big che si giocheranno il Festival a marzo.

Sanremo Giovani

Per quanto riguarda i giovani, 10 quelli in gara, si sfideranno giovedì per i 6 posti in palio della sezione 'Nuove Proposte' del Festival 2021. Sempre nella stessa serata verranno comunicati anche i due artisti provenienti dalla selezione di Area Sanremo Tim che entreanno nelle 'Nuove Proposte'.

I 10 che si giocano la finale sono Avincola, Folcast, Gaudiano, Hu, I Desideri, Le Larve, M.e.r.l.o.t., Davide Shorty, WrongOnYou e Greta Zuccoli. Si esibiranno live accompagnati da una band, "senza i duelli dello scorso anno", e dovranno convincere la Giuria Televisiva che già li conosce bene per averli visti nei cinque appuntamenti di AmaSanremo. A selezionare i sei che approderanno all'Ariston saranno Luca Barbarossa, Beatrice Venezi, Morgan e Piero Pelù.

Fiorello a sorpresa

Conferenza stampa con sorpresa: Fiorello fa irruzione durante l'incontro (ovviamente online), collegandosi da un account con un altro nome. Rosario ne approfitta per sgridare ironicamente Amadeus, scherzando sulle polemiche che hanno preceduto Sanremo 2020, ma soprattutto sulla loro assenza, al momento, attorno all'edizione del prossimo anno. "Amadeus mi ha deluso: un po' di sessismo, un po' di omofobia, un po' di razzismo, un po' di negazionismo. Dicci qualche cosa, lanciati! Di come sei veramente, perché sennò cosa scrivono? La polemica non l'ha fatta? Non ti posso lasciare un minuto", l'intervento che ha divertito i partecipanti alla videoconferenza, su tutti Amadeus. Quindni si è fatto più serio ha aggiunto: "Era solo un pretesto per fare gli auguri di buone feste. Speriamo. Speriamo bene".