(L-R) Italian singer and Sanremo Festival artistic director Claudio Baglioni, Italian actress Virginia Raffaele and Italian actor Claudio Bisio on stage at the Ariston theatre during the 69th Sanremo Italian Song Festival, Sanremo, Italy, 05 February 2019. The Festival runs from 05 to 09 February. ANSA/ETTORE FERRARI
(L-R) Italian singer and Sanremo Festival artistic director Claudio Baglioni, Italian actress Virginia Raffaele and Italian actor Claudio Bisio on stage at the Ariston theatre during the 69th Sanremo Italian Song Festival, Sanremo, Italy, 05 February 2019. The Festival runs from 05 to 09 February. ANSA/ETTORE FERRARI

Sanremo, 6 febbraio 2019 - Il 'tridente' Baglioni-Bisio-Raffaele ha dato il via ieri alla 69esima edizione del Festival di Sanremo. Ecco le pagelle della prima serata.

Sanremo 2019, ascolti in calo nella prima serata

CLAUDIO BAGLIONI 10+
Contando anche le prime esternazioni pro porti aperti, Baglioni ha dismesso quest'anno i panni del creativo fintamente svagato 2018 e invece che i nuovi e i vecchi spartiti delle sue canzoni ha scelto di riarrangiare e reinterpretare il discorso di fine anno del presidente Mattarella. Là il presidente  invitava il paese incattivito a ritrovare unità nel segno della felicizia, qui il direttore festivaliero invita - un po' più prolisso, come al solito - all'armonia, a intraprendere in un Paese rancoroso un percorso verso la bellezza da effettuare tutti insieme, collegando opposti e diversità. Niente da eccepire, anzi, niente di più saggio e di più auspicabile. Però se gli opposti da collegare e far convivere in armonia finiscono per essere la Tatangelo  e Motta, un piccolissimo dubbio....  

CLASSIFICHE 3-

Dunque questo è il festival dell'armonia, basta polemiche, viviamocelo tutti sereni e felici. Poi salta fuori a sorpresa che a fine serata ti danno una classifica. Anzi, una farsa di classifica che riguarda solo il 30% dei votanti, e in  cui i nomi dei cantanti in gara sono piazzati alla rinfusa in tre zone, la blu che è quella vip, la gialla che è quella così così e la rossa che è quella degli sfigati. E' l'una di notte passata, in queste classifiche non ci si capisce un tubo e soprattutto non servono a niente e comunque ti fanno innervosire lo stesso perché tutti i tuoi preferiti sono nella zona sfigata. Quanta armonia spargerai la mattina dopo - insonne e arrabbiato - tra i tuoi cari e poi in ufficio e in tutto il resto del mondo?

false

ARISA 10

A parte che è rimbelloccita, a parte che ieri sera era pure elegante, a parte che canta sempre  benissimo: almeno ha portato sul palco della famiglia Addams una canzone orecchiabile, un po' allegra. Una ventata d'aria fresca. Per due minuti ci siamo sentiti bene anche noi.

false
VIRGINIA RAFFAELE ?

Un caso alla Oliver Sacks, fosse ancora vivo, pover'uomo: i pazienti descritti da Sacks sono spesso in grado di adeguarsi alla propria situazione in modi differenti nonostante le loro condizione neurologiche siano solitamente considerate incurablii, riassume Wikipedia l'opera del poeta della neurologia famoso per il bestseller "L'uomo che scambiò sua moglie per un cappello". E lei, Virginia? La  showgirl talentuosissima che scambiò la sua verve con una maschera. Un uragano di simpatia e bravura quando posseduta dai suoi personaggi, quasi sottotono a volto (pur bellissimo) scoperto.

false

FAVINO 8

Il Golden Globe a Rami Malek per come ha interpretato  Freddie  in "Bohemian Rhapsody"? Non scherziamo: Favino Mercury, dopo Sanremo ieri sera, si merita l'Oscar.

false

ULTIMO 4

E vabbè che è tanto carino e impegnato e umile e modesto e sensibile e bravo  ed è ovvio che vincerà lui il Festival. Ma vogliamo parlare della canzone "I tuoi particolari"? Dei ritornelli che dovrebbero essere densi di pathos e invece sono solo densi di vocali dilatate per provare ad arrivare in fondo alla strofa. Come se arrivando in fondo alla strofa si toccasse poi non dico l'intero Ring wagneriano, ma anche solo "Bella belinda è innamorata / parla da sola con l'insalata". 

false

RENGA 7

Apre il Festival con piglio da vero performer disinvolto (per esperienza:bravo) e da vero sex symbol (per natura: facile!). Lo sfondo rosso gli dona: la canzone a dire il vero già non la ricordo per niente, ma non è che importi granché.

Loredana Bertè (Ansa)

LOREDANA BERTE' 7

In minigonna di pelle, alzata ad arte  sulle sempre belle gambe nei momenti più drammatici della canzone, ripete: cosa vuoi da me? Eh. Quante cose potremmo volere... Una durata minore della performance? Una canzone all'altezza del suo mito? Per il look pari merito con Patty Pravo: vada per i dreadlocks, ma le semitrasparenze sulla pancia, divina mia, ma perché?

false
FEDERICA E SHADE 3+

"Scusa ma...." dice la loro canzone: scusa ma... Scusa ma che ci fanno in gara qui?