Sanremo 2018 (Ansa)
Sanremo 2018 (Ansa)

Sanremo, 7 febbraio 2018 - Boom di ascolti per la prima serata di Sanremo 2018. L'edizione numero 68 del Festival, targata Baglioni-Hunziker-Favino, fa segnare in media su Rai1 il 52.1% di share con 11 milioni 603 mila telespettatori. Un risultato che migliora anche l'eccellente debutto di Sanermo 2017, condotto da Carlo Conti e Maria De Filippi, che aveva raccolto ascolti di tutto rispetto: in media 11 milioni 374 mila spettatori con il 50.4% di share. La crescita è rispettivamente di 229mila spettatori e di 1,73 punti, si tratta del risultato migliore negli ultimi 13 anni. Grande soddisfazione tra i vertici Rai e il cast della kermesse. "Questi ascolti premiano uno straordinario lavoro di squadra coordinato dal direttore artistico Baglioni e impreziosito da 2 artisti come Favino e Hunziker", dice il dg Rai, Mario Orfeo. "A loro, a Fiorello che ha portato sul palco il suo talento unico e la sua carica inesauribile - aggiunge -, va il mio ringraziamento, che estendo alla squadra di Rai1 e a tutti coloro che hanno contribuito a offrire a milioni di italiani una trasmissione di grande qualità musicale e televisiva". Nel frattempo, il vicedirettore di Rai Uno, Giancarlo Fasulo, annuncia che Ermal Meta e Fabrizio Moro, sotto accusa per un presunto plagio con il loro brano 'Non mi avete fatto niente', restano in gara. "La canzone ha i requisiti di un nuovo brano a tutti gli effetti", spiega Fasulo. 

Sanremo 2018, scaletta dei cantanti della seconda serata. Ospiti e programma

image

ll programma della seconda serata. Sorpresa tra gli ospiti

Sanremo 2018, la polemica. Meta-Moro a rischio squalifica

DETTAGLIO E PICCHI - Dalle 20.43 alle 23.47, il Festival è stato seguito da 13 milioni 776mila spettatori con share 51,4%, in aumento di 562mila spettatori e di 1,4 punti rispetto a un anno fa. La seconda parte, in onda dalle 23,52 fino all'1 e 14, ha raccolto 6 milioni 619mila spettatori con share del 55,4%, in crescita di 391mila spettatori e di quasi 3 punti e mezzo di share rispetto al 2017. Il picco di ascolti si è registrato, e non era difficile prevederlo, in avvio di serata: ben 17 milioni 200mila telespettatori erano sintonizzati su Rai Uno alle 20.58 con Claudio Baglioni e Rosario Fiorello.

Ottimo esordio del "Dopofestival", che ha registrato 2 milioni 78mila spettatori con share del 37.1%, mentre la striscia quotidiana "Prima Festival", in onda dopo il Tg1, ha ottenuto un eccezionale ascolto di 8 milioni 251mila telespettatori, per uno share del 29.9%.Record assoluto per un evnto televisivo in Italia sui social, con 6 milioni di interazioni complessive su Facebook, Instagram e Twitter.

SANREMOPRIMASERATA_OBJ_FOTO_1_28726387

GLI ASCOLTI DAL 2011 A OGGI

Sanremo 2000 - Conduce Fabio Fazio, con Luciano Pavarotti, Teo Teocoli e Ines Sastre. Martedì 21 febbraio: 15.907.000 spettatori (share 57.18%), record di share. 
Sanremo 2001 - Conduce Raffaella Carrà, con Megan Gale, Massimo Ceccherini ed Enrico Papi. Martedì 26 febbraio: 12.160.000 spettatori (share 51.98%) 
Sanremo 2002 - Conduce Pippo Baudo, con Manuela Arcuri e Vittoria Belvedere. Martedì 5 marzo: 12.461.000 spettatori (share 56.22%) 
Sanremo 2003 - Conduce Pippo Baudo, con Serena Autieri e Claudia Gerini. Martedì 4 marzo: 9.257.000 spettatori (share 42.55%) 
Sanremo 2004 - Conduce Simona Ventura, con Paola Cortellesi, Maurizio Crozza e Gene Gnocchi. Martedì 2 marzo: 10.104.000 spettatori (share 42.48%) 
Sanremo 2005 - Conduce Paolo Bonolis, con Antonella Clerici e Federica Fellini. Martedì 1 marzo: 12.218.000 spettatori (share 54.78%) 
Sanremo 2006 - Conduce Giorgio Panariello, con Ilary Blasi e Victoria Cabello. Martedì 27 febbraio: 9.141.000 spettatori (share 44.45%) 
Sanremo 2007 - Conduce Pippo Baudo, con Michelle Hunziker. Martedì 27 febbraio: 9.760.000 spettatori (share 45.44%) 
Sanremo 2008 - Conduce Pippo Baudo, con Piero Chiambretti, Bianca Guaccero e Andrea Osvart. Martedì 25 febbraio: 7.680.000 spettatori (share 36.46%), record negativo di sempre 
Sanremo 2009 - Conduce Paolo Bonolis, con Luca Laurenti. Martedì 17 febbraio: 10.114.000 spettatori, (share 47.93%) 
Sanremo 2010 - Conduce Antonella Clerici. Martedì 16 febbraio 10.718.000 spettatori (share 45.29%)
Sanremo 2011 - Conduce Gianni Morandi, con Belen Rodriguez, Elisabetta Canalis e Luca e Paolo. Martedì 15 febbraio: 11.992.000 spettatori (share 46.32%) 
Sanremo 2012 - Conduce Gianni Morandi, con Rocco Papaleo e Ivana Mrazova. Martedì 14 febbraio: 12.764.000 spettatori (share 49.69%) 
Sanremo 2013 - Conduce Fabio Fazio, con Luciana Littizzetto. Martedì 12 febbraio: 12.969.000 spettatori (share 48.20%) 
Sanremo 2014 - Conduce Fabio Fazio, con Luciana Littizzetto. Martedì 18 febbraio: 10.938.000 spettatori (share 45.93%) 
Sanremo 2015 - Conduce Carlo Conti, con Emma, Arisa e Rocio Munoz Morales. Martedì 10 febbraio: 11.767.000 spettatori (share 49.34%) 
Sanremo 2016 - Conduce Carlo Conti, con Virginia Raffaele, Gabriel Garko e Madalina Ghenea. Martedì 9 febbraio: 11.134.000 spettatori (share 49.48%).+ 
Sanremo 2017 - Conduce Carlo Conti con Maria De Filippi. Martedì 8 febbraio: 11.374.000 spettatori (share 50.4%) 
Sanremo 2018 - Conduce Claudio Baglioni con Michelle Hunziker e Pierfrancesco Favino. Martedì 6 febbraio: 11milioni 603mila (share del 52.1%).  

HUNZIKER_OBJ_FOTO_1_28728368

Il Sanremo di Baglioni è donna - di PIERO DEGLI ANTONI
Speriamo che non sia stato uno Sbaglioni. Il direttore artistico per cominciare ha tolto di mezzo la gloriosa sigla di Pippo Baudo sostituendola con un popopopo del quale, sinceramente, non si sentiva il bisogno. Dopo il gustoso intervento di Fiorello, giusto per far capire al pubblico che di lì in poi ci sarebbe stato poco da ridere, il maestro di Roma ha attaccato una litania metà futurista metà miele Ambrosoli sull’importanza delle canzoni, di cui siamo in grado di citare solo pochi brandelli: "Coriandoli d’infinito, istanti di eternità, un pugno di riso di note e frasi cucite insieme... le canzoni sono come l’acqua, come l’aria, non se ne può fare a meno ci prendono per mano e ci portano a volare...".

DONNE SANREMO_28691949_175752

Se siete ancora vigili bene, sennò chiamate il 118. In questo contesto la conduzione vera e propria è stata saggiamente affidata a Michelle Hunziker, forse la più esperta di tempi televisivi che, nonostante la temeraria scollatura anteriore, ha preso il posto di Baudo per quanto riguarda presentazioni, spiegazioni e, soprattutto, rispetto dei tempi. In virtù di questi meriti le perdoniamo anche certi sdilinquimenti nei confronti del marito Tomaso Trussardi. Prima un sobrio saluto "Amore ti amo, ti amo così tanto che ti risposerei". Poi, mentre sfilava lungo alla sala, si è fermata a baciarlo sulla bocca (lui deve essersi vergognato come un ladro). Presa dall’entusiasmo, si è anche messa a cantare e, indossando uno stivaletto numero 46 di Baglioni, oltre a dimostrare grande sprezzo del pericolo, ha intonato - neanche malamente, a dir la verità - 'E se domani'.

false

Pierfrancesco Favino, attore di grande genia, almeno nella prima parte ha avuto poco spazio e molta emozione. Si è ritagliato anche lo spazio di piccole gag con la Hunziker. Ma il suo momento d’oro è arrivato a metà serata, quando PFF ha intessuto un prezioso medley di alcuni dei brani italiani storici, ognuno interpretato imitando la voce originale. L’altro grande momento clou è stato l’ingresso di Gianni Morandi, l’eterno ragazzo d’oro (di 73 anni) che appunto con Baglioni ha condotto il lungo tour dei Capitani Coraggiosi. Insieme hanno cantato “Se non avessi più te”, mentre Morandi in coppia stavolta con Tommaso Paradiso ha cantato “Una vita che ti sogno”. Mentre i ragazzi dello Stato Sociale sono riusciti ad allestire l’unico momento di spettacolo musicale, qualcosa di simile alla scimmia di Gabbani dell’anno scorso: per l’occasione hanno ingaggiato Paddy Jones, la leggendaria ballerina inglese che a 83 anni si produce in acrobazie degne di Juri Chechi.

FOCUS Cosa si dice sui social di BARBARA BERTI

Sanremo 2018, i brani del Festival più ascoltati in automobile

Michelle Hunziker, Rosario Fiorello e Claudio Baglioni (Lapresse)

Insomma Baglioni aveva promesso un festival tutto canzoni, ma i fatti lo hanno contraddetto: solo lo spazio di Fiorello si è portato via almeno cinquanta minuti, segno che la Rai, di fronte a un progetto che avrebbe potuto rivelarsi disastroso, è corsa ai ripari chiamando sulla scena il pezzo più grosso dell’artiglieria. Baglioni ha avuto la saggezza di fare un passo o anche due indietro, lasciando il palco ai due compagni di avventura. Il passerotto non è volato via, ma almeno un poco si è fatto da parte.

Il cardinale Ravasi twitta Ermal Meta-Fabrizio Moro

Sanremo 2018, pronostici e voti del pre-Festival

Elio e Le Storie Tese