Un evento da tutto esaurito fin dal primo minuto. Un’incredibile voglia di ripartenza con il vento in poppa. E’ il messaggio che giunge dall’edizione 61 del Salone Nautico di Genova (16-21 settembre), illustrato a stampa e pubblico alla presenza del presidente della Regione Liguria Giovanni Toti, del sindaco di Genova Marco Bucci, del presidente dell’Autorità Portuale Mar Ligure Occidentale Paolo Emilio Signorini, accolti nella sede di Confindustria Nautica dal presidente dell’Associazione e de ‘I Saloni Nautici’ Saverio Cecchi, dall’ad Carla Demaria, dal direttore generale di Confindustria Nautica Marina Stella e dal direttore commerciale de ‘I Saloni Nautici’ Alessandro Campagna.

Il Salone Nautico è lo specchio di un mercato per il quale i dati di previsione dell’anno in corso confermano un trend di crescita molto sostenuto. Il sold out come adesioni degli espositori nazionali e internazionali è anche il risultato dell’autorevolezza e della credibilità acquisite con il successo dell’organizzazione dell’edizione dello scorso anno, unica manifestazione di settore organizzata in presenza e in sicurezza in Europa nel periodo della pandemia. Il layout del 61° Salone ripropone quest’anno il collaudato format multi-specialistico che si svilupperà su una superficie di oltre 200mila metri quadri, con l’85% delle aree completamente all’aperto, ospitando oltre 1.000 imbarcazioni. Sfiorano il numero di mille anche i brand presenti. Tra gli espositori confermati i principali cantieri, italiani ed esteri, che hanno partecipato all’edizione dello scorso anno, con molti graditi ritorni. Ad accoglierli un layout profondamente trasformato dai lavori per la realizzazione del nuovo waterfront di Levante iniziata nell’ottobre 2020, che sarà completata nel 2023 e che assicurerà 200 posti barca in più e un Palasport completamente rinnovato. "Oggi più che mai voglio testimoniare quanto io creda nel lavoro di squadra – ha detto Saverio Cecchi –: ho sempre impostato su questo principio il mio lavoro. La riunificazione è stata il primo contributo al nostro successo, che insieme al consolidato rapporto con le Istituzioni ci consente di guardare al 61° Salone e a quelli futuri con la consapevolezza di lavorare per il bene del comparto di Genova e del Paese". "Gli strumenti di internazionalizzazione in campo vogliono confermare il Salone nella sua funzione di promozione come accaduto nella difficile edizione 2020" ha ribadito Marina Stella. Alessandro Campagna ha spiegato che "il Salone non perderà alcuno spazio, anzi, con i lavori per il nuovo Waterfront godremo di una banchina che garantirà nuovi spazi e flussi del pubblico di grande respiro".

La vendita dei biglietti è iniziata sul sito salonenautico.com, dove sarà possibile prenotare servizi aggiuntivi compreso il parcheggio. Sul fronte internazionale, è stata avviata la campagna di comunicazione inserita nel piano di promozione del Made in Italy del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale e reso operativo da Ice Agenzia, a sostegno dell’internazionalizzazione. Partner istituzionali sono Ministero dello Sviluppo Economico, Ice-Agenzia, Regione Liguria, Comune ed ente camerale di Genova.