19 mar 2022

Ecco perché i rondoni amano la luna piena: li fa volare più in alto

La luce della luna influisce positivamente sulle attività migratorie di questi uccellini tipici della foresta pluviale dell’Amazzonia, aiutandoli a volare e a cacciare

Una rondine in volo
Una rondine in volo

Migrare al chiaro di luna, oltre che essere decisamente romantico, potrebbe essere una vera e propria necessità per i rondoni, gli uccelli migratori che partono ogni anno dalle montagne rocciose dell’Amazzonia e viaggiano per otto mesi e mezzo senza mai fermarsi. È questa la conclusione di uno studio dell'Università svedese di Lund pubblicato di recente sulla rivista scientifica Current Biology.

La luna influenza la migrazione degli uccelli
Nelle migrazioni del Cypseloides niger borealis, il rondone dell’Amazzonia, c’è un fattore che incide molto più di tutti gli altri: la luna. Il satellite naturale della terra, infatti, influenza in maniera decisiva il comportamento di questi piccoli volatili mentre compiono il loro lungo e faticoso viaggio.
Lo studio dei ricercatori svedesi – che hanno inserito dei minuscoli tracker sugli uccelli per monitorare i loro spostamenti – ha evidenziato che “nei periodi intorno alla luna piena, i rondoni settentrionali salgono regolarmente ad altezze estreme, a volte fino a 5.000 metri sul livello del mare e non atterrano una sola volta durante la loro migrazione di otto mesi e mezzo, rimanendo in aria per tutto il tempo".
Nelle notti di luna piena, inoltre, accade molto più di frequente che il battito cardiaco dei rondoni aumenti vertiginosamente: molto probabilmente, la luce più forte aiuti i volatili a cacciare con più facilità gli insetti.
La conferma di quanto la luna sia fondamentale durante i loro spostamenti è avvenuta quando, durante una notte di eclissi lunare totale “gli uccelli hanno perso rapidamente altitudine”, segnale chiaro di quanto il chiaro di luna incida sul loro volo.
Anche se non è ancora accertato che sia solo la luna ad aumentare l’altitudine dei voli migratori degli uccellini, quello che appare chiaro – sottolineano i ricercatori svedesi – è che “man mano che le notti diventano più scure, i rondoni neri scendono più in basso nel cielo e diminuiscono i loro livelli di attività. Durante le notti più buie, come quelle intorno alla luna nuova, i rondoni volavano in media a circa 700 metri sul livello del mare”.

Gli effetti del ciclo lunare sui comportamenti del mondo animale
L'effetto del ciclo lunare sul comportamento animale è noto come "effetto lunare" e ha un impatto su un'ampia varietà di creature, tra cui ostriche, coralli, zooplancton, squali, uccelli marini e leoni. Molti dei loro atteggiamenti – si legge nel paper - sono legati alla luce della luna e alle maree. Anche gli attacchi degli squali, ad esempio, sembrano aumentare nei periodi di luna piena.
Un’ulteriore conferma di come la luna influenzi la migrazione degli uccelli – si legge nelle conclusioni della ricerca – è l’osservazione del comportamento dei nightjar europei (della famiglia dell’ordine dei caprimulgiformi). Questi volatili, ad esempio, sono due volte più attivi quando migrano nelle notti con molta luce lunare, proprio come fa il rondone dell’Amazzonia.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?