L'attore Robert Forster (Ansa)
L'attore Robert Forster (Ansa)

Los Angeles, 12 ottobre 2019 - Aveva recitato in oltre cento film e poteva vantare anche una candidatura all'Oscar come miglior attore non protagonista per 'Jackie Brown' di Quentin Tarantino. Robert Forster è morto, all'età di 78 anni, nella sua casa di Los Angeles per un tumore al cervello ieri, nello stesso giorno in cui Netflix ha diffuso in streaming 'El Camino', il film di 'Breaking Bad' in cui l'attore statunitense offre la sua ultima interpretazione. 

Nato il 13 luglio 1941 a Rochester, figlio di una casalinga e di un ammaestratore di elefanti al Ringling Bros and Barnum & Bailey Circus, Forster aveva cominciato la sua carriera in teatro per poi debuttare al cinema con la pellicola drammatica di John Huston 'Riflessi in un occhio d'oro' (1967) con Elizabeth Taylor e Marlon Brando. Tantissimi i film e telefilm a cui prende parte tra gli anni Settanta e Ottanta: 'Premiere' (1968) con Dustin Hoffman, 'La notte dell'agguato' (1969) con Gregory Peck, 'Rapporto a quattro' (1969) di George Cukor con Philippe Noiret, 'America, America, dove vai?' (1969), 'Noi due' (1970), 'Il boss è morto' (1973), 'Stunts, il pericolo è il mio mestiere' (1977) e 'Valanga' (1978), 'Nakia' (1974), 'Sulle strade della California' (1975-1977), 'Goliah Awaits' (1981) con Christopher Lee, 'Magnum P.I.' (1985) e 'Hotel' (1987) con Johnny Depp. 

Abbonato a parti di secondo piano e di spalla ai protagonisti principali, nel 1998 arriva il ruolo di Max Cherry in 'Jackie Brown che - come detto - gli varrà anche una nomination all'Oscar rilanciandone la carriera. Forster gira, tra gli altri titoli, 'Kiss Toledo Goodbye' (1999) con Christopher Walken, 'The Magic of Marciano - Le vele della libertà' (2000) con Nastassja Kinski, 'Io, me & Irene' (2000) con Jim Carrey, 'Confidence - La truffa perfetta' (2003) con Dustin Hoffman, 'Charlie's Angeles - Più che mai' (2003) con Cameron Diaz e Grand Theft Parsons (2003), 'Slevin - Patto criminale' (2006). 

Forster ha anche vestito i panni dell'investigatore in 'Mulholland Drive' (2001) di David Lynch, lo stesso regista che lo ha diretto nel 2017 nella nuova serie di 'Twin Peaks', in cui era lo sceriffo Frank Truman, fratello dello sceriffo Harold Truman della serie originale. Nel 2012 è stato diretto dal regista Alexander Payne nel drammatico e intenso 'Paradiso Amaro', dove divide il set con George Clooney, Shailene Woodley e Beau Bridges. Tra le sue ultime interpretazioni anche quella di uno specialista di cambi di identità per un episodio della serie tv 'Breaking Bad', ruolo ripreso anche nel film tratto dalla serie 'El Camino'.