Aaron Fischer, il primo adolescente gay nei panni dell’eroe Marvel Capitan America
Aaron Fischer, il primo adolescente gay nei panni dell’eroe Marvel Capitan America

Per la prima volta negli 80 anni di storia del fumetto della Marvel, un supereroe apertamente gay raccoglierà lo scudo di Capitan America. Un adolescente che "rappresenta gli oppressi e i dimenticati" diventerà il primo personaggio Lgbtq+ ad assumere il ruolo di Capitan America.

Marvel Comics celebra infatti l’ottantesimo anniversario dell’eroe statunitense, creato da Joe Simon e Jack Kirby nel 1941, con il lancio di una nuova serie a fumetti, The United States of Captain America, in cui il capitano in carica Steve Rogers farà un viaggio attraverso gli Stati Uniti per ritrovare il suo scudo perduto e incontrerà persone di "tutti i ceti sociali" che hanno indossato i panni di Capitan America per difendere le loro comunità. Aaron Fischer, un adolescente gay, sarà il primo della nuova serie limitata, che verrà pubblicata a giugno, il mese in cui in tutto il mondo si celebrano i Gay Pride.

La Marvel ha descritto Fischer come il "Capitan America delle Ferrovie, un adolescente senza paura che si è fatto avanti per proteggere i compagni fuggitivi e i diseredati". "Aaron – spiega lo scrittore della serie Josh Trujillo – si ispira agli eroi della comunità queer: attivisti, leader e gente comune che lottano per una vita migliore. Spero che la sua storia di debutto incontri il gradimento dei lettori e aiuti a ispirare la prossima generazione di eroi".