Il progetto Attico S+T
Il progetto Attico S+T

Situato all’interno di un condominio degli anni 70, l’appartamento di circa 150 mq si sviluppa su due livelli con ampio terrazzo con vista privilegiata sulla città.

Il progetto di ristrutturazione ha previsto la demolizione di tutte le partizioni interne per ridefinire i nuovi spazi abitativi e ridisegnare gli arredi, realizzati su misura secondo un principio di coerenza cromatica che caratterizza l'intera abitazione. Il bianco e il grigio degli arredi, progettati da Hop!Arch, richiamano la parete grigia del camino, le scale realizzate in ferro e le sedute della zona giorno. La zona giorno è inondata dalla luce naturale che filtra dalle numerose finestre. La cucina, che gode della vista sullo skyline cittadino, è attrezzata con una fantastica isola con lavello integrato. 
Oltre ai richiami cromatici ci sono diversi richiami materici, come il ferro della scala, dei piedi del tavolo e del portalegna, e il vetro, utilizzato per le ante di alcuni arredi, per le scorrevoli della cabina armadio e per il parapetto della scala.


La bicromia del bianco e del grigio è parzialmente interrotta nella zona notte e nei bagni, dove i toni del blu portano un po' di mare anche dove non c'è. Il blu del bagno secondario è in contrasto con la boiserie ceramica bianca, decorata da trame floreali. La medesima superficie ceramica la ritroviamo anche sulla parete del bagno principale, in accostamento alla carta da parati che delimita la zona doccia.

Il parquet in rovere fumè ricopre l'intera abitazione, conferendo continuità e fluidità ad un'abitazione in cui tutto è pensato nell'ottica della coerenza e dell'integrazione architettonica delle parti.

 

fotografo Riccardo Gasperoni