La città più cara del mondo per una cena stellata è Copenaghen
La città più cara del mondo per una cena stellata è Copenaghen

Cenare in un ristorante di alto livello è un'esperienza gratificante quanto costosa, ma il conto può variare e anche di molto a seconda di dove ti trovi. A caccia del rapporto minima spesa-massima resa gourmet, il magazine online Chef's Pencil ha individuato i paesi e le città dove si spende di meno (e viceversa di più) analizzando e confrontando i prezzi di 450 ristoranti con due o tre stelle Michelin, sui circa 550 totali che esistono al mondo. Per adottare un criterio il più possibile uniforme, è stato preso in considerazione per ciascuno il costo del menu degustazione più esclusivo e più caro fra quelli a disposizione dei clienti, e quindi è stata fatta la media per stabilire quanto si spende nella varie località.

In generale, per cenare in un due stelle si spendono in media 215 euro, in un tre stelle 304: al salto di categoria corrisponde anche un bel salto nel conto. Il titolo di paese più economico per una cena da palati fini va alla Thailandia, con un costo medio di 147 euro. A seguire l'Irlanda con 180 euro e a pari merito la Corea del Sud e Taiwan con 182 euro. All'altro estremo della classifica, il paese più esoso è la Danimarca, dove bisogna aspettarsi un conto medio di 344 euro (il menu degustazione più caro si attesta sui 470 euro). A Singapore la ricevuta media si aggira sui 310 euro, in Svezia sui 278. La top 10 dei paesi più cari è chiusa dall'Italia a 217 euro.

La graduatoria delle singole città rispecchia quella dei paesi. I due e tre stelle Michelin più accessibili si concentrano appunto a Bangkok, con un conto medio di 157 euro. Seconda Lione con 173 euro, terza Seoul con 181. E viceversa, l'escursione culinaria più impegnativa per il portafoglio è quella dei ristoranti titolati di Copenaghen: 381 euro di media. A Shanghai se ne spendono 346, a Kyoto 341, a Milano – decima nella classifica delle città più care – 263. Qui potete vedere la ricerca completa redatta da Chef's Pencil.