Renée Zellweger
Renée Zellweger

Roma, 15 aprile 2021 - Renée Zellweger andrà in cerca di un riscatto personale e femminista nel film 'The Back Nine', commedia scritta e diretta da Michael Patrick King, che in quanto a storie di donne ha un curriculum corposo: è infatti stato produttore, sceneggiatore e regista della serie TV 'Sex and the City', così come dei due film che ne sono seguiti. Zellweger torna davanti alla cinepresa dopo avere vinto l'Oscar come migliore attrice protagonista grazie al film 'Judy' (2019): vestirà in panni di una talentuosa giocatrice di golf che rinuncia alla propria carriera per amore, salvo poi decidere di riprendersi ciò che le spetta.
 

'The Back Nine', il film con Renée Zellweger protagonista

La trama racconta la storia di Casey Jones, abile giocatrice di golf che si innamora di un uomo, lo sposa e decide di rinunciare alla propria carriera in modo che il marito possa averne una. Venticinque anni più tardi il matrimonio sta andando a rotoli, il figlio ha ormai lasciato casa per frequentare l'università e Casey si rende conto di avere fatto molti sacrifici senza avere avuto una valida contropartita in cambio: decide così di tirare fuori le mazze dall'armadio, spolverarle per bene e tornare sul campo di gioco in cerca di riscatto e di uno spazio nel novero dei professionisti dello sport che ama.

Michael Patrick King ha scritto la sceneggiatura di 'The Back Nine' insieme a Jhoni Marchinko ('Will & Grace') e Krista Smith, che esordisce in questo ruolo dopo avere lavorato come giornalista per la versione statunitense di Vanity Fair. In un comunicato congiunto i tre hanno affermato di essere felici che Renée Zellweger abbia accettato di recitare nel ruolo protagonista, perché "è capace di un ampio range di emozioni, sa farti ridere e farti piangere ed è pure una splendida giocatrice di golf: cosa volere di più?".

Leggi anche:
- Sex and the City: cosa sappiamo sul revival della serie e su Kim Cattrall
- Sex and the City, il revival: le attrici pagate 1 milione a episodio
- Natalie Portman nel film 'I giorni dell'abbandono', dal libro di Elena Ferrante