Marlon Brando colonnello Kurtz con la fotografia di Storaro in “Apocalypse Now”
Marlon Brando colonnello Kurtz con la fotografia di Storaro in “Apocalypse Now”

Un archivio di Marlon Brando (1924-2004), con lettere, testi e note per il film Apocalypse Now (1979) di Francis Ford Coppola, è stato venduto a un’asta di Bonhams a Los Angeles per 100.312 dollari (82.398 euro). Della raccolta fa parte un testo dattiloscritto datato 26 luglio 1976, di 163 pagine, relativo alla prima bozza della sceneggiatura del kolossal tratto da Cuore di tenebra di Conrad e ambientato durante la guerra del Vietnam, dove il divo interpreta il colonnello Kurtz. Un gruppo di fogli, datati tra il 1° settembre e il 7 ottobre 1976, riporta note sul film: fra questi una lettera dattiloscritta, firmata da Coppola per Brando in cui il regista si scusava per essere sfuggente: "Ero ansioso di finire la sceneggiatura", spiegava.

In un’altra lettera Coppola esprimeva le sue speranze su ciò che il film poteva ottenere: "Immagino che questo sia davvero il tema di questo film: affrontare la verità e poi superarla. Non supereremo mai il Vietnam se lo nascondiamo sotto il tappeto, mentre va affrontato a testa alta, per quanto brutto e orribile sia. E poi affrontandolo, potremo mettercelo alle spalle". Dell’archivio fa parte anche una raccolta di note dattiloscritte di Brando sul personaggio di Kurtz e sul film, stese alla fine del 1976: questo smentirebbe la leggenda diffusa da Marlon stesso, ovvero che non avesse mai studiato il suo personaggio.