Sabato 20 Luglio 2024

Solari per viso e corpo, la guida per scegliere quelli giusti

Con spray, crema, latte e olio d’estate non può mai mancare un’adeguata protezione dai raggi UV

Come scegliere i migliori prodotti solari per la pelle

Come scegliere i migliori prodotti solari per la pelle

La protezione solare andrebbe usata tutto l’anno, ma soprattutto quando ci si espone direttamente al sole. fondamentali per difendere la pelle dai danni causati dai raggi solari, in particolare dai raggi ultravioletti (UV, distinti in UVB e UVA).

Formulazioni

Le creme solari hanno una texture un po’ più densa rispetto ad altre formulazioni come il latte solare e l’olio solare e richiedono un po' più di tempo per essere spalmate sulla pelle in modo uniforme e potrebbero avere una consistenza un po’ più pesante e appiccicosa. Gli spray si applicano con molta facilità e si assorbono rapidamente, non lasciano residui oleosi sulla pelle e non sono appiccicosi sulle mani. Una via di mezzo tra i due prodotti potrebbero essere le lozioni e le formule disponibili sotto forma di latte solare, un po’ più leggero di una crema, ma lievemente più pastoso di uno spray, seppure caratterizzato da una consistenza fluida. Sono abbastanza leggeri anche gli oli solari, che però tendono a ungere; sono adatti a chi vuole migliorare l’abbronzatura lasciando la pelle luminosa e morbida, tuttavia non difendono adeguatamente la pelle dai danni dei raggi solari, per cui va comunque usata in più un’adeguata protezione.

SPF

I prodotti solari sono caratterizzati dalla presenza di SPF, il numero ben visibile anche sulle loro confezioni. L’acronimo sta per Sun Protection Factor, fattore di protezione solare, ed è l’indicatore che quantifica il tempo in cui un solare permette di esporsi al sole senza scottarsi rispetto a quello che accadrebbe se non lo si utilizzasse per nulla. Il suo valore va di solito da 6 (molto basso) a 50+ (molto alto). Più elevato è l’SPF, maggiore è la percentuale di raggi UVB che il prodotto è in grado di bloccare.

Applicazione

Anche in presenza di un SPF elevato, comunque, gli esperti consigliano di riapplicare la protezione solare almeno ogni due ore, in particolare dopo il bagno in mare o in piscina, dopo la doccia all’aperto per levare eventuali residui di salino, cloro e sabbia e dopo aver sudato particolarmente, per esempio anche in seguito all’attività fisica. Un classico solare come una crema dovrebbe essere spalmato almeno 20-30 minuti prima dell'esposizione al sole, all’incirca 2 milligrammi di prodotto per centimetro quadro di pelle.

Doposole

Oltre alla protezione di viso e corpo con il giusto prodotto solare, non bisogna dimenticare l’importanza del doposole, realizzato con principi attivi che lo distinguono dalle comuni creme idratanti. Si tratta di componenti fondamentali per lenire, nutrire intensamente e favorire la riparazione della pelle. Le principali formulazioni sono arricchite con ingredienti che possiedono proprietà lenitive, antiossidanti e idratanti come la vitamina C e E, in aggiunta, magari, a oli come quello di jojoba, di mandorla o lo ialuronico o ancora il burro di karitè, altamente nutrienti, e pantenolo e aloe vera, con effetti rinfrescanti e decongestionanti.