Il principe Carlo ospite del Royal College of Music
Il principe Carlo ospite del Royal College of Music
Intervistato da BBC Radio 3 il principe Carlo d'Inghilterra ha rivelato quali sono i suoi gusti musicali: fra le altre cose adora ascoltare le canzoni di Leonard Cohen, l'opera lirica 'Scylla et Glaucus' e la musica liturgica ortodossa russa. È inoltre un convinto sostenitore dell'importanza di insegnare l'arte nelle scuole.

LA MUSICA PREFERITA DAL PRINCIPE CARLO: LEONARD COHEN

Durante lo show radiofonico 'Private Passions', che verrà trasmesso da BBC Radio 3 il 30 dicembre, il principe Carlo ha confessato: "Ho sempre amato la voce di Leonard Cohen e il suo modo di cantare, che è molto sofisticato. Anche la sua scrittura lo è: lo trovo molto commuovente, le sue parole sono così straordinarie, funzionano un po' come Salvador Dalì, ti conducono per mano attraverso questo notevole mondo alla Dalì". Richiesto di suggerire un brano da ascoltare, Carlo ha indicato 'Take This Waltz', libero adattamento di una poesia di Federico Garcia Lorca.



LA MUSICA PREFERITA DAL PRINCIPE CARLO: SCYLLA ET GLAUCUS
In questo caso stiamo parlando di una chicca decisamente meno conosciuta, rispetto alle canzoni di Leonard Cohen: è un'opera lirica in cinque atti basata sulle 'Metamorfosi' di Ovidio, composta dal francese Jean-Marie Leclair e rappresentata per la prima volta nell'ottobre del 1746. "Ogni volta che la ascolto mi fa sentire meglio", ha detto il principe Carlo: "È così incredibilmente ritmata, gioiosa ed eccitante, quel tipo di musica che pianta un germoglio di buonumore quando ti senti un po' giù".



GLI ALTRI GUSTI MUSICALI DEL PRINCIPE CARLO
Oltre a citare la musica liturgica ortodossa russa, che è stata eseguita durante il suo matrimonio con Camilla, il principe Carlo ha anche detto di amare il movimento finale della quinta sinfonia di Beethoven, il concerto per violoncello numero 1 in Do maggiore di Haydn (eseguito da Jaqueline du Pré) e l'opera di Wagner 'I maestri cantori di Norimberga'.



INSEGNARE L'ARTE A SCUOLA È FONDAMENTALE
Quando il presentatore del programma radiofonico, Michael Berkeley, ha chiesto al principe Carlo cosa pensa del declino dell'insegnamento dell'educazione musicale nelle scuole e del rischio che scompaia, la testa coronata ha risposto: "Sono una di quelle persone che crede nell'importanza dell'educazione artistica e musicale. A parte tutte le considerazioni che si possono fare, credo che le persone dimentichino, o non capiscano, l'enorme contributo che le arti creative danno all'economia. È un contributo immenso".

Leggi anche:
- Il principe Carlo ha una passione sfrenata per gli scoiattoli
- Il principe Carlo legge Harry Potter ai nipotini
- Si può grattare la barba del principe Harry?