Foto: BERTRAND GUAY/AFP/LaPresse
Foto: BERTRAND GUAY/AFP/LaPresse
Prince (1958-2016) è stato uno dei musicisti più importanti nella storia recente ed è stato anche un personaggio che non amava i social, di qualunque tipo fossero, tanto che bootleg e riprese rubate ai concerti sono ancora oggi una rarità. Molto materiale inedito confluirà nel documentario in più parti che la produttrice, regista e sceneggiatrice Ava DuVernay sta realizzando per conto di Netflix.

IL DOCUMENTARIO SU PRINCE

Secondo quanto raccontato dal magazine Variety, la serie documentaria coprirà l'intera vita di Prince e sarà realizzata con il sostegno dell'istituzione che cura l'eredità del musicista. Questo significa avere accesso a interviste, immagini di repertorio, foto e tutto quanto è contenuto negli archivi. Ava DuVernay ha commentato che "Prince era un genio ed era una gioia e una scossa per i sensi. L'unico modo che conosco per realizzare un film su di lui è con amore e con grande cura".

IL DOCUMENTARIO DI AVA DUVERNAY
Ava DuVernay è nota al grande pubblico soprattutto grazie al film 'Selma – La strada per la libertà' (2014), storia della campagna organizzata da Martin Luther King per assicurare la parità di voto agli afroamericani. I suoi lavori migliori sono però forse proprio dei documentari. Ad esempio 'This is Life' (2008), il suo esordio, che racconta della scena alternativa hip hop nella Los Angeles degli anni Novanta, e poi anche '13th' (2016): una critica del sistema carcerario statunitense come prolungamento della schiavitù e candidato all'Oscar 2017 come migliore documentario. Insomma, la futura serie su Prince parte con il piede giusto.

C'È UN SECONDO DOCUMENTARIO, FORSE
Sempre Variety riporta voci non confermate secondo le quali sarebbe in lavorazione un secondo documentario dedicato a Prince, questa volta per conto di Apple Music. In questo caso il racconto riguarderebbe solamente il leggendario concerto che, nell'agosto del 1983, sancì l'inizio dell'era 'Purple Rain', con l'aggiunta della chitarrista Wendy Melvoin alla band The Revolution e con l'esecuzione live di molti brani poi confluiti nell'album 'Purple Rain' (1984, colonna sonora dell'omonimo film).

Leggi anche:
- Pirati dei Caraibi: Disney pensa al reboot
- DiCaprio e Scorsese: il film sugli omicidi degli indiani d'America
- Roberto Benigni sarà Geppetto nel Pinocchio di Matteo Garrone