9 mar 2022

Più forti del destino: cast e tutto sulla nuova serie in costume di Canale 5

Lo sceneggiato è un adattamento della serie-evento francese 'Le Bazar de la Charité'

barbara berti
Magazine
Le protagoniste di 'Più forti del destino' (Mediaset)
Le protagoniste di 'Più forti del destino' (Mediaset)

Roma, 9 marzo 2022 - Mediaset lancia 'Più forti del destino', una serie in costume ispirata a fatti realmente accaduti. Dal 9 marzo, in prima serata su Canale 5, inizia una fiction (otto puntate per quattro prime serate) sul coraggio al femminile, prodotta da Fabula Pictures e diretta da Alexis Sweet, che nel cast annovera tra gli altri, anche Leonardo Pazzagli, Loretta Goggi, Paolo Sassanelli con la partecipazione di Francesca Valtorta e con Sergio Rubini nel ruolo del Commissario Lucchesi.

La trama di 'Più forti del destino' ruota intorno alla condizione femminile alla fine del XIX secolo e pone particolare attenzione sul destino di tre donne che, ciascuna a modo proprio, combattono le disuguaglianze e si fanno antesignane dell’emancipazione femminile. Lo sceneggiato è un adattamento della serie-evento francese 'Le Bazar de la Charité' (visibile su Netflix).

La storia è ambientata a Palermo nel 1897 e alla Mostra sulle nuove tecnologie fa il suo debutto il Cinematografo. Ad assistere all'evento c’è Arianna (Giulia Bevilacqua), moglie di Guglielmo (Thomas Trabacchi), il Duca di Villalba, un uomo ricco e violento. La donna, proprio alla Mostra, incontra la nipote Costanza (Dharma Mangia Woods), figlia di Augusto (Paolo Sassanelli), l’uomo che ha portato il primo proiettore a Palermo, promessa sposa di Antonio (Teodoro Giambanco), rampollo di una famiglia molto ricca. Con loro, ci sono anche la fedele domestica Rosalia (Laura Chiatti) che sogna, con il marito Giuseppe (Giovanni Alzaldo), un futuro in America e Margherita (Francesca Valtorta), figlia di Donna Elvira (Loretta Goggi) in visita a Palermo con il figlio Tommaso che viene affidato alla custodia di Rosalia. Mentre all’esterno un gruppo di anarchici, capeggiati dal giovane Libero (Leonardo Pazzagli) manifesta contro il sistema, dal proiettore partono delle fiamme sempre più dirompenti. Divampa, così, un incendio che fa molte vittime, quasi tutte donne, e che sconvolge la vita di Arianna, Costanza, Rosalia e Donna Elvira.

L'incendio cambierà le vite delle donne. Arianna vuole che il marito la consideri morta. Infatti, stanca di subire angherie, prima della tragedia stava meditando la fuga ma il marito, scoperto il piano, l’aveva separata dalla figlia Camilla. Approfittando della situazione, Arianna si nasconde e medita di riprendersi la figlia e fuggire a Roma. Costanza, tornata a casa, accusa il fidanzato Antonio di averla abbandonata. La ragazza è stata salvata da un giovane di cui rimane affascinata e che stravolgerà tutti i suoi piani futuri. Rosalia, dopo l’incendio, si ritrova condannata da circostanze imposte a dover difendere se stessa in un ambiente che sente ostile. Donna Elvira, distrutta dal dolore per la perdita della figlia Margherita, prova a reagire con tutti gli strumenti che ha a disposizione per ricostruire la sua vita. Intanto, la polizia indaga sulle cause dell’incendio e Guglielmo pressa sul commissario Lucchesi (Sergio Rubini) affinché le accuse ricadano sugli anarchici.

"Più Forti Del Destino' è un melodramma. Ma credo che siamo riusciti a rivisitare questo genere grazie anche all’eccellente lavoro di adattamento di Laura Ippoliti che ha reso tridimensionali non solo i protagonisti ma anche i personaggi secondari. Grazie a questo, credo che abbiamo creato un melò più tondo e carnoso e meno incline ai cliché" spiega il regista Alexis Sweet. E, aggiunge: "La mia intenzione è stata quella di dare alla serie una personalità più cinematografica che televisiva. Sia con la messa in scena che è visivamente ricca, sia chiedendo più realismo alle interpretazioni attoriali che spesso nei film melodrammatici c’è la tentazione di esagerare. È sempre più raro vedere una serie in costume nel panorama televisivo italiano e spero che questo progetto ci ricordi il divertimento di viaggiare nel tempo".

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?