Foto: Wilson Webb/CTMG/Sony Pictures
Foto: Wilson Webb/CTMG/Sony Pictures

Giovedì 9 gennaio esce nelle sale cinematografiche italiane 'Piccole donne', scritto e diretto da Greta Gerwig e settimo adattamento per il grande schermo del romanzo omonimo di Louisa May Alcott, originariamente pubblicato in due volumi nel 1868 e 1869. Nel cast risplendono alcune delle migliori attrici in circolazione: Saoirse Ronan, Emma Watson, Florence Pugh, Eliza Scanlen, Laura Dern e Meryl Streep, alle quali si aggiungono colleghi di pari livello come Timothée Chalamet, Bob Odenkirk e Louis Garrel. La critica ne sta parlando con toni entusiasti.
 

Piccole donne, tutto sul film

La trama è ambientata in Massachusetts negli anni Sessanta del XIX secolo. Seguiamo le vite di quattro sorelle (Meg, Jo, Beth e Amy) che affrontano un'adolescenza di ristrettezze economiche, mentre il padre è impegnato nella guerra civile americana, e che si affacciano alla vita adulta. Il racconto è scandito alternando due piani temporali: il 1861 e il 1868, e aggiunge alcuni momenti della biografia di Louisa May Alcott.

'Piccole donne' è una storia di formazione che ha l'andamento del dramma e un piglio fieramente femminista, già presente nel romanzo di Alcott. L'adattamento porta la firma dalla trentaseienne californiana Greta Gerwig, diventata famosa collaborando con Noah Baumbach in film come 'Frances Ha' (2012) e 'Mistress America' (2015), che contribuisce a scrivere e nei quali recita. Nel 2008 scrive e dirige il suo primo lungometraggio insieme a Joe Swanberg, un lavoro a quattro mani intitolato 'Nights and Weekends', e nel 2017 realizza da sola 'Lady Bird', che ha un notevole successo di pubblico e critica, viene candidato a cinque Oscar e le spalanca definitivamente le porte di Hollywood.

Curiosità: dei precedenti sei adattamenti del romanzo 'Piccole donne', due risalgono all'epoca del cinema muto e uno di essi è considerato perduto. Le versioni più famose sono quella del 1933, con Katharine Hepburn protagonista e George Cukor alla regia, e quella del 1994 con Winona Ryder, Kirsten Dunst e Claire Danes (regia di Gillian Anderson).
 




Il trailer

 

 

Piccole donne, le recensioni

La media voto, su Metacritic, è uno spettacolare 94/100 e questo la dice lunga sull'accoglienza che la critica internazionale ha tributato al film. Ciò che più ha convinto i recensori sono stati un cast in ottima forma e un adattamento che porta marchiata a fuoco la personalità di Greta Gerwig, che ha ritrovato nelle righe di Louisa May Alcott più di un aggancio alla propria esperienza personale e al femminismo contemporaneo.

Proprio le libertà creative che si è concessa Gerwig potrebbero dispiacere a chi ha amato il romanzo e preferirebbe vederlo rispettato nel dettaglio. In generale, però, questo nuovo 'Piccole donne' merita la visione.

Leggi anche:
- Golden Globes 2020: vincono '1917', Tarantino e Phoenix
- Golden Globe 2020, cinema: tutti i vincitori
- Golden Globe 2020, serie TV: tutti i vincitori