Partnership Consinee e Vitelli. Il cashmere più prezioso per chi veste contemporaneo

Tra i progetti speciali presentati all’edizione 105 di Pitti Uomo per le collezioni autunno-inverno 2024-2025 ce ne è uno in...

Partnership Consinee e Vitelli. Il cashmere più prezioso per chi veste contemporaneo
Partnership Consinee e Vitelli. Il cashmere più prezioso per chi veste contemporaneo

Tra i progetti speciali presentati all’edizione 105 di Pitti Uomo per le collezioni autunno-inverno 2024-2025 ce ne è uno in particolare che stupisce per la sua estetica e modernità. Si chiama ’Consinee per Vitelli’ ed è stato svelato negli antichi ambienti delle Costruzioni Lorenesi suscitando vivace interesse tra stampa e buyer. Un’idea coraggiosa che solo pochi anni fa sarebbe stata impossibile da realizzare ed ora è diventata realtà grazie ad Antonio Cristaudo, direttore commerciale e sviluppo di Pitti Immagine.

Si tratta di una illuminata collaborazione a tutta creatività sviluppata da Consinee Group Co., Ltd, il gruppo cinese leader nel mercato dei filati pregiati da filiera certificata e sostenibile che da sei stagioni espone a Pitti Filati e che è tornato a Pitti Uomo per presentare in anteprima esclusiva ’Cashmere Trail’, una speciale collaborazione tra Consinee e Vitelli, il marchio italiano di maglieria sperimentale e responsabile guidato dal fondatore e direttore creativo Mauro Simionato.

Ed eccola la capsule di dieci capi in cashmere, in puro stile Vitelli, realizzata interamente con filo di recupero selezionato tra le rimanenze stagionali dello stock Consinee. Una proposta disegnata da Mauro Simionato – la prima collezione in puro cashmere per Vitelli – in cui stile contemporaneo e pratiche rigenerative del brand milanese si arricchiscono nel dialogo con i filati Consinee. Il percorso visivo, sempre a cura di Simionato, si sviluppa con le immagini fermate dall’obiettivo di Patrick Bienert, fotografo tedesco noto per i suoi lavori su identità giovanili e territori in trasformazione. Un viaggio alla scoperta del cashmere tra Inner Mongolia e Ningbo, dai pascoli alle fabbriche del gruppo cinese di cui è proprietario e presidente Borix Xue (nella foto sopra).

"Questa collaborazione rappresenta un ulteriore impegno verso lo sviluppo sostenibile – racconta Boris Xue, CEO di Consinee – e ci è sembrato naturale presentarla in un contesto sensibile come Pitti Uomo". Maglie bellissime, molto artigianali che Simionato ha creato per Phoenix Plan dedicato ai design di talento per maglieria d’alta gamma con filati sostenibili e riciclati.

"Consinee Group Co., Ltd., fondata nel 1999 a Ningbo (Cina) ha uffici in tutto il mondo e produce fino al 20% della produzione mondiale di filati in puro cashmere. La nostra filosofia guarda alla sostenibilità certificata – racconta Boris Xue che nel 2005 aveva aperto una fabbrica in Cina con Giuliano Coppini, imprenditore visionario e indimenticabile mago dei filati – e nel 202 abbiamo fatturato 850 milioni di dollari con 1400 dipendenti e macchine italiane. Apprezzo molto il genio italiano e i suoi creativi nella moda, mi piace molto la cultura italiana e chissà un giorno potrei avere una base in Italia e magari venire a vivere nel vostro bellissimo Paese".

Eva Desiderio

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro