Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
3 mar 2022

Buon compleanno Paolo Virzì: 5 suoi film da rivedere in streaming

Il 4 marzo il regista pluripremiato compie 58 anni. Ecco dove rivedere alcune delle sue pellicole più celebri

3 mar 2022
Un primo piano del regista Paolo Virzì
Un primo piano del regista Paolo Virzì
Un primo piano del regista Paolo Virzì
Un primo piano del regista Paolo Virzì

Paolo Virzì compie 58 anni. Il regista livornese ha debuttato alla regia nel 1994 a soli 30 anni con il film La bella vita, ottenendo anche importanti premi come il Ciak d’oro, il David di Donatello e il Nastro d’Argento per il miglior regista esordiente. Attualmente i film che portano la sua firma sono 20 e i premi che ha conseguito si sono moltiplicati negli anni. Il 4 marzo sarà il suo compleanno e per festeggiarlo ecco alcuni titoli di suoi film da rivedere in streaming.

1. Ovosodo (1997) – Prime Video
Il film che ha portato sullo schermo per la prima volta Edoardo Gabbriellini, attore e regista “scoperto” da Virzì. La pellicola attraversa l’adolescenza e la maturità di Piero, un ragazzo come tanti, poco dedito allo studio ma particolarmente grato alla sua insegnante Giovanna, l’unica capace di credere davvero in lui. Il lungometraggio offre anche un affaccio sull’età adulta del protagonista che – a causa delle difficoltà e degli imprevisti della vita – dovrà rinunciare ai suoi sogni e adattarsi a un’esistenza “normale”, caratterizzata da un velo di disillusione ma tutto sommato felice. Il titolo si riferisce al quartiere periferico di Livorno, Ovosodo, dove vive Piero. Per questo film, in cui appaiono anche Nicoletta Braschi e Claudia Pandolfi, Virzì fu premiato al Festival del Cinema di Venezia con il Leone d’argento – gran premio della giuria. Attualmente Ovosodo fa parte del catalogo Amazon Prime Video, abbonamento premium.

2. Tutta la vita davanti (2008) – Prime Video
Il film è liberamente ispirato al romanzo autobiografico “Il mondo deve sapere” di Michela Murgia. La storia raccontata offre una visione particolare su uno spaccato di attualità che riguarda soprattutto il mondo del lavoro – tra precariato, mobbing e truffe – e, più in generale, la generazione dei trentenni. La protagonista è Marta (Isabella Ragonese), laureata in filosofia che, non riuscendo a trovare un impiego nel suo campo, decide di accettare un lavoro part-time in un call-center. Pian piano la ragazza capirà di trovarsi di fronte a una realtà diversa da quella che immaginava: l’azienda maschera infatti dietro a un eccessivo entusiasmo misto ad esaltazione, una verità cupa e a tratti tragica. Il cast è particolarmente ricco e attorno a Marta si muovono molti personaggi significativi: Daniela, la responsabile del call center (Sabrina Ferilli); Lucio, più volte premiato come impiegato del mese (Elio Germano); Sonia, una collega di Marta che sceglierà di fare la escort per guadagnare meglio (Micaela Ramazzotti); il sindacalista Giorgio (Valerio Mastandrea) e il proprietario dell’azienda Claudio (Massimo Ghini). Il film è visibile con l’abbonamento premium a Prime Video.

3. La prima cosa bella (2010) – Prime Video
La protagonista di questa pellicola è Anna, la cui vita viene raccontata per intero, partendo dalla gioventù negli anni ‘70. La donna ha il volto di due grandi attrici che ne vestono i panni per rappresentare differenti periodi della sua vita: Micaela Ramazzotti e Stefania Sandrelli. Il fascino di Anna, la sua esuberanza e l’elezione a “mamma più bella” della spiaggia livornese le creeranno forti contrasti in famiglia, soprattutto con il figlio Bruno (Valerio Mastandrea) che cercherà poi di riappacificarsi con lei. Questo riavvicinamento rappresenterà il pretesto per un flashback che riporterà entrambi e scoprire l’inizio del loro conflitto ma anche a riassaporare i momenti più felici che hanno vissuto in famiglia. Malika Ayane ha realizzato per questa pellicola, attualmente visibile su Prime Video (abbonamento premium), una cover del brano “La prima cosa bella” di Nicola di Bari, con testo di Mogol.

4. La pazza gioia (2016) – Netflix
Micaela Ramazzotti, moglie e musa di Virzì, è la protagonista – assieme a Valeria Bruni Tedeschi – anche di questa pellicola agrodolce. Le due interpretano rispettivamente Donatella Morelli e Beatrice Morandini Valdirana, ospiti di Villa Biondi, un istituto della Toscana per donne affette da disturbi mentali. Donatella ha alle spalle una brutta depressione che l’ha portata in passato anche a fare del male a suo figlio ora dato in affido a un’altra famiglia. Beatrice, invece, è una donna di origini nobili che ha distrutto il suo matrimonio e ha vissuto una forte crisi a causa del suo amante Renato. Le due, per una serie di coincidenze riescono a scappare dalla struttura che le ospita e si lasciano andare a giorni spensierati, di fuga e risate fragorose ma anche di profondi racconti reciproci. La pellicola si è aggiudicata il David di Donatello come miglior film e Virzì ha ottenuto lo stesso premio come migliore regista, oltre a tanti altri riconoscimenti. Attualmente fa parte del catalogo Netflix.

5. Ella & John (2018) – RaiPlay
È il primo film a stelle e strisce per Virzì, ispirato al romanzo di Michael Zadoorian: “The Leisure Seeker”. Il regista di Livorno per questa opera porta sul grande schermo un’icona del cinema statunitense come Helen Mirren. L’attrice interpreta Ella Spencer, una pensionata che vive a Boston e decide, assieme a suo marito John (il premio Oscar Donald Sutherland), di abbandonare tutto e per un viaggio on the road. I due vogliono scappare dalle insistenti attenzioni dei figli e non vogliono rassegnarsi alla malattia (Ella ha un tumore, John è affetto da demenza senile). Fanno leva sui loro rispettivi punti di forza, la lucidità di lei ela prestanza fisica di lui, e salgono a bordo del vecchio camper di famiglia per raggiungere Key West, il luogo in cui si trova il museo dedicato ad Ernest Hemingway. Questo road trip porterà la coppia a intraprendere anche un viaggio nei meandri delle debolezze che si portano dietro e soprattutto della loro relazione, un amore lungo una vita che non è stato esente da difficoltà. Il film è attualmente visibile su RaiPlay.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?