'Nomadland' è trionfatore degli Oscar 2021 (Ansa)
'Nomadland' è trionfatore degli Oscar 2021 (Ansa)

Gli Oscar 2021, che hanno visto il trionfo del film 'Nomadland' e che, tutto sommato, hanno affrontato bene le restrizioni dovute alla pandemia di Coronavirus, hanno però fatto segnare un dato preoccupante: il numero di statunitensi sintonizzato sulla diretta di ABC è crollato a 9,85 milioni rispetto ai 23,6 milioni dell'anno scorso. Un 58% in meno che rappresenta il peggiore dato di sempre nella storia dell'Academy.

Oscar: tutti i vincitori dell'edizione 2021

Oscar 2021, mai così pochi spettatori (-58%)

Difficile evidenziare un colpevole del calo, che presumibilmente è dovuto a diversi fattori concomitanti. Intanto, la pandemia ha causato uscite limitate nelle sale e anche lo slittamento di alcuni lungometraggi: il risultato è che 'Nomadland' è diventato il titolo che ha incassato meno fra quelli che hanno vinto l'Oscar come miglior film da molti anni a questa parte. Non solo: i sondaggi svolti negli Stati Uniti hanno evidenziato che le persone avevano una conoscenza dei candidati più bassa del solito. Due fattori che hanno forse contribuito ad abbassare l'interesse nei confronti della cerimonia. Pensiamo per contro a quante aspettative e quante discussioni aveva prodotto la presenza di 'Black Panther' fra le nomination a miglior film nell'edizione 2019.
Un ulteriore elemento che probabilmente ha remato contro la cerimonia 2021 è ancora legato al Covid-19: la presenza di meno star e un red carpet ridotto al minimo hanno diminuito il tasso di glamour, rendendo forse meno interessante la cerimonia nel suo complesso.

Tutto perduto?

Il calo del 58% è preoccupante, perché la cerimonia degli Oscar ha un costo notevole e il numero di telespettatori che la guardano è determinante per rientrare degli investimenti. Forse è però meno grave di quanto possa sembrare. Ancora una volta bisogna tenere in considerazione la pandemia. In periodo di Covid-19 tutti i grandi premi hanno registrato un calo degli ascolti: gli Emmy hanno fatto segnare un -12%, i Golden Globes un -60% e i Grammy un -53%. Pur nelle differenze fra un evento e l'altro, il denominatore comune sembra essere chiaro: la pandemia non ha fatto sconti a nessuno e una volta superata sarà forse più semplice correre ai ripari.

Va da sé che il -58% fatto registrare dalla cerimonia degli Oscar 2021 non può essere attribuito solamente al Covid-19. Già da qualche anno ci si sta infatti interrogando su come rinfrescare un evento che è percepito come troppo lungo e non particolarmente appassionante. Un conto è però ragionare sui margini di miglioramento, altro discorso è fare i conti con una pandemia globale che ha causato l'annullamento di molte uscite cinematografiche, la distribuzione ridotta di altre e una complessiva contrazione dell'intera industria.

Leggi anche:
- Le curiosità sugli Oscar 2021. Dati e record
- Oscar 2021: dove vedere i film vincitori. Da Nomadland a Minari
- Oscar 2021: i trailer dei film in uscita