Chloé Zhao
Chloé Zhao

Quasi tutte le previsioni della vigilia sono state rispettate e così la 93a edizione degli Academy Awards è terminata con l'attesa vittoria di 'Nomadland' (miglior film) e di Chloé Zhao (migliore regia), oltre che di 'Soul' come migliore film d'animazione e 'Another Round' come film internazionale. Là dove gli Oscar 2021 hanno riservato sorprese è stato nelle quattro categorie dedicate alla recitazione: confermati i pronostici di Youn Yuh-jung, migliore attrice non protagonista per 'Minari', e Daniel Kaluuya, migliore attore non protagonista per 'Judas and the Black Messiah'. Il premio come migliore attore è invece andato a Anthony Hopkins ('The Father') piuttosto che al favorito della vigilia Chadwick Boseman ('Ma Rainey's Black Bottom'), mentre per quanto riguarda le attrici il previsto testa a testa fra Carey Mulligan ('Una donna promettente') e Viola Davis ('Ma Rainey's Black Bottom') ha visto la vittoria della terza incomoda Frances McDormand ('Nomadland').

Dal canto suo l'Italia era in nomination per i migliori costumi e il migliore trucco e parrucco (entrambe grazie al film 'Pinocchio') e per la migliore canzone originale con 'Io sì (Seen)' dal film 'La vita davanti a sé' (cantata da Laura Pausini). I bookmakers davano per favoriti gli abiti, i trucchi e le acconciature di 'Ma Rainey's Black Bottom', ed effettivamente le previsioni sono state confermate. Il brano giudicato in testa alla gara era invece 'Speak Now' (da 'One Night in Miami...'), che non ha vinto: la vittoria è andata a 'Fight For You' da 'Judas and the Black Messiah'.