Bufera a Netflix dopo l’ultimo speciale del comico afro-americano Dave Chappelle risultato offensivo per la comunità Lbgqt: in The Closer, Chappelle, a proposito del rapper DaBaby, dichiara: "Ha ucciso un nero in un supermercato e nulla è successo di male alla sua carriera. Nel nostro Paese puoi uccidere un nero ma è meglio che non urti i sentimenti di un gay".

Alla minaccia di un migliaio di dipendenti Netflix offesi dall’attaco omofobo di incrociare le braccia per protesta, il ceo Netflix Ted Sarandos ha replicato che lo show di Chappelle è troppo popolare per essere cancellato. "C’è gente che trova crudeli i monologhi dei comici, ma ai nostri abbonati piacciono" è la risposta di Netflix: "Chappelle è uno dei nostri comici più popolari, e il suo ultimo special Sticks and Stones, anch’esso controverso, è uno dei più visti e premiati".