Nissan non guarda più indietro. La grande volata è cominciata. "Entro i primi anni del terzo decennio, tutti i nuovi veicoli saranno elettrificati e venduti nei mercati chiave". Anche Nissan non ha dubbi, gli elettroni saranno gli unici protagonisti sulle auto in USA, Cina, Europa e Giappone in meno di un decennio. Questo sarà il passo a medio termine della Casa che ha annunciato lo scopo di arrivare alla neutralità carbonica in tutte le sue operazioni e nel ciclo di vita dei suoi prodotti entro il 2050. Queste le parole di Makoto Uchida, CEO della Casa di Yokohama. "Siamo determinati nell’offrire il nostro apporto per creare una società carbon neutral e contribuire al rallentamento dei cambiamenti climatici. La nostra offerta di veicoli elettrificati continuerà ad espandersi in tutto il mondo e contribuirà a farci raggiungere l’obiettivo di neutralità carbonica. Continueremo a promuovere l’innovazione a beneficio delle persone per un futuro più sostenibile per tutti".

La transizione è imperniata su nuovi processi di produzione e sulle tecnologie dei prossimi modelli. La Casa giapponese è stato il primo costruttore tradizionale a credere nell’auto elettrica di massa, con Leaf nel 2010, nel 2021 tocca al crossover Ariya, dotato della nuova trazione integrale elettrica e-4ORCE e con autonomia fino a 500 km, contribuire ad ampliare le vendite.

Gli altri passi riguardano lo sviluppo delle più performanti batterie allo stato solido e delle tecnologie per rigenerare e riutilizzare gli accumulatori. Prosegue anche lo sviluppo dei modelli ibridi. Nel 2022 con l’arrivo della nuova generazione di Qashqai, sarà la volta della tecnologia elettrificata e-Power. La de-carbonizzazione e l’uso di materiali eco-sostenibile riguarda anche i processi industriali, fondamentali per raggiungere lo scopo.

f. f.