Dettaglio del poster - Foto: Netflix
Dettaglio del poster - Foto: Netflix

Coloro che amano lo sport e in particolare il tennis prendano nota: venerdì 16 luglio Netflix pubblica in streaming la serie TV documentaria dedicata a Naomi Osaka, fortissima tennista giapponese, prima asiatica a occupare la vetta del ranking WTA e attualmente salda alla seconda posizione.

'Naomi Osaka', tutto sulla docuserie

La trama si concentra su due anni della vita e della carriera di Naomi Osaka, partendo dagli U.S. Open dell'agosto 2019 e giungendo alla preparazione in vista delle Olimpiadi di Tokyo. Un periodo nel quale si impone come una campionessa, vince decine di match, partecipa a tutti i tornei del Grande Slam, nel contempo affronta le pressioni che derivano dalla fama e dal successo e trova la propria voce e indipendenza di pensiero, ad esempio schierandosi apertamente con Black Lives Matter.

La regia della serie TV 'Naomi Osaka' è stata firmata da Garrett Bradley, documentarista ormai di solida esperienza e autrice fra le altre cose del film documentario 'Time', che ha conquistato la nomination agli Oscar 2021. Grazie a un accesso senza precedenti alla vita sportiva e personale di Osaka, Garrett Bradley ha potuto confezionare il ritratto intimo di una campionessa e farlo risuonare con i temi più grandi che caratterizzano la nostra epoca.

Curiosità: fra i produttori esecutivi della serie documentaria c'è anche LeBron James, giocatore di basket in forza alla NBA.



Il trailer sottotitolato in italiano

Le recensioni e come guardare la serie TV

Coloro che hanno recensito 'Naomi Osaka' ne hanno parlato complessivamente bene, lodando come approfondisce alcuni temi, ad esempio quello dell'identità interrazziale della tennista (haitiana e giapponese). Molti hanno anche segnalato che chi non frequenta il tennis potrà comunque apprezzare la tensione e la spettacolarità di alcuni momenti sportivi raccontati.
La docuserie è composta da tre episodi che Netflix pubblica in streaming il 16 luglio, lasciando ad abbonate e abbonati la facoltà di scegliere come e quando guardarli.