Un anno di successi e di sorprese per Zendaya, cantante, ballerina, attrice che a 24 anni è il nuovo volto della maison Valentino. Un volto giovane e forte come la tempra di questa diva americana figlia unica di una statunitense di origini tedesche e di un afroamericano. Chiamata Zendaya che significa “ringraziare” in shona, lingua bantu dello Zimbawe, e ora sulla cresta dell’onda dopo essere stata anche la protagonista di Euphoria. Ora Zendaya è diventata la musa di una grande maison come Valentino, preferita per la sua modernità e per i valori che incarna dal direttore creativo Pierpaolo Piccioli. Vegana dall’età di 11 anni, attivista progressista, interprete perfetta dei problemi della sua generazione, ora Zendaya è la protagonista della campagna per il brand che ha sede a Roma a Palazzo Mignanelli, con mitico atelier di haute couture. Pierpaolo Piccioli aveva sbalordito il mondo intero nel gennaio 2019 a Parigi facendo sfilare 40 modelle di colore nel gran finale dell’alta moda capitanate da Naomi Campbell come segno di inclusione e rispetto per tutte le donne, anche nella sostanza e nell’immagine delle passerelle di moda. Ora Zendaya con la sua carnagione radiosa e il volto perfetto incarna un ideale femminile moderno, lei così contemporanea, protagonista perfetta di una politica del reale attualissima. I nuovi codici di Valentino parlano di consapevolezza, inclusione, empatia e romanticismo. "Il motivo per il quale abbiamo scelto Zendaya come nuovo volto della campagna Valentino risiede nella sua perfetta incarnazione e rappresentazione di ciò che Valentino oggi è e sostiene. Zendaya è una giovane donna, forte e fiera, che si serve del proprio talento e del proprio lavoro per esprimere se stessa, i suoi valori e la sua generazione", sottolinea Pierpaolo Piccioli.

Eva Desiderio