Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
8 mar 2022

Sogno americano. E l’Italia partiva sui bastimenti

Rivive in una mostra a Parma la storia dei nostri emigranti: milioni di connazionali si imbarcavano verso la terra promessa, tra speranza e nostalgia

8 mar 2022
stefano marchetti
Magazine
Navigazione Generale Italiana, 1920: è la mostra di Parma “Partivano i bastimenti“
Navigazione Generale Italiana, 1920: è la mostra di Parma 'Partivano i bastimenti'
Navigazione Generale Italiana, 1920: è la mostra di Parma “Partivano i bastimenti“
Navigazione Generale Italiana, 1920: è la mostra di Parma 'Partivano i bastimenti'

Parma, 8 marzo 2022 - ​Un posto in terza classe per Buenos Aires sui "nuovissimi vapori celeri a due eliche" della Compagnia Amburghese Americana costava 170 lire nel 1907: per i “passeggieri“ – assicuravano gli armatori – erano disponibili bagni e lavandini. La nave Prinz Adalbert partiva il 20 luglio, la Prinz Oscar il 10 agosto. Sul manifesto, a caratteri minuscoli, era scritto pure che il viaggio sarebbe durato 21 giorni: tre settimane verso una terra promessa. "Nel 1861 l’Italia unita contava 26 milioni di abitanti. Nei cento anni successivi, altrettanti italiani sarebbero andati via per cercare fortuna oltre l’oceano. È stato il più grande esodo di un popolo nella storia moderna", ricorda Massimo Cutò, giornalista e appassionato collezionista, che a 'Mercanteinfiera' di Parma (dal 12 al 20 marzo) cura la mostra 'Partivano i bastimenti. Home sweet home America', un toccante percorso nella storia dell’emigrazione dall’Italia al mondo, un altro mondo. Più di duecento oggetti raccontano sogni, speranze, fatiche e conquiste dei nostri connazionali che salivano sui piroscafi con una valigia di cartone, affrontando una lunga traversata e un futuro di incognite. Con il loro coraggio e il loro lavoro hanno portato l’Italia in terre lontane, consolidando un’identità nazionale. Nei cento anni dall’Unità d’Italia in poi, quasi sei milioni d’italiani partirono verso gli Stati Uniti, particolarmente verso New York (che nel 1910 divenne... la quarta città italiana dopo Napoli, Roma e Milano), altri tre milioni verso l’Argentina, un milione e mezzo verso il Brasile. Il Sudamerica prometteva terre da coltivare, gli States garantivano lavoro. E l’offerta di posti sulle navi divenne un ghiotto business: diffusi nei piccoli paesi, anche attraverso i sindaci e i parroci, gli eleganti poster e depliant delle grandi compagnie di navigazione come La Veloce, Lloyd Italiano, Cosulich, e le straniere, dalla Fabre Line alla Société Générale des ...

Navigazione Generale Italiana, 1920 circa: Indocina, Levante, Mar Rosso, Mediterraneo, Adriatico e servizi settimanali per le Americhe combinati con la società La Veloce (foto di Francesca Marchi)
Navigazione Generale Italiana, 1920 circa: Indocina, Levante, Mar Rosso, Mediterraneo, Adriatico e servizi settimanali per le Americhe combinati con la società La Veloce (foto di Francesca Marchi)
Navigazione Generale Italiana, 1920 circa: Indocina, Levante, Mar Rosso, Mediterraneo, Adriatico e servizi settimanali per le Americhe combinati con la società La Veloce (foto di Francesca Marchi)
Scheda sanitaria del 18 ottobre 1938, emigrante imbarcato in terza classe sul Rex. Mancante dell'arto inferiore sinistro e affetto da congiuntivite. Il temutissimo tracoma, malattia contagiosa agli occhi, impediva lo sbarco a Ellis Island (foto di Francesca Marchi)
Scheda sanitaria del 18 ottobre 1938, emigrante imbarcato in terza classe sul Rex. Mancante dell'arto inferiore sinistro e affetto da congiuntivite. Il temutissimo tracoma, malattia contagiosa agli occhi, impediva lo sbarco a Ellis Island (foto di Francesca Marchi)
Scheda sanitaria del 18 ottobre 1938, emigrante imbarcato in terza classe sul Rex. Mancante dell'arto inferiore sinistro e affetto da congiuntivite. Il temutissimo tracoma, malattia contagiosa agli occhi, impediva lo sbarco a Ellis Island (foto di Francesca Marchi)
Manifesto propagandistico anti americanista di Dante Coscia, 1944: lo Zio Sam umilia il lavoratore italiano e la sua famiglia. L'italiano è costretto a lustrargli le scarpe (foto di Francesca Marchi)
Manifesto propagandistico anti americanista di Dante Coscia, 1944: lo Zio Sam umilia il lavoratore italiano e la sua famiglia. L'italiano è costretto a lustrargli le scarpe (foto di Francesca Marchi)
Manifesto propagandistico anti americanista di Dante Coscia, 1944: lo Zio Sam umilia il lavoratore italiano e la sua famiglia. L'italiano è costretto a lustrargli le scarpe (foto di Francesca Marchi)
L'America entra in guerra e passa alla cassa nel 1917: comprate i titoli di Stato per sostenere l'economia e la macchina bellica. L'appello dei manifesti agli immigrati di tutte le etnie è diretto ed esplicito: noi vi abbiamo dato lavoro e libertà, ora saldate il vostro debito (foto di Francesca Marchi)
L'America entra in guerra e passa alla cassa nel 1917: comprate i titoli di Stato per sostenere l'economia e la macchina bellica. L'appello dei manifesti agli immigrati di tutte le etnie è diretto ed esplicito: noi vi abbiamo dato lavoro e libertà, ora saldate il vostro debito (foto di Francesca Marchi)
L'America entra in guerra e passa alla cassa nel 1917: comprate i titoli di Stato per sostenere l'economia e la macchina bellica. L'appello dei manifesti agli immigrati di tutte le etnie è diretto ed esplicito: noi vi abbiamo dato lavoro e libertà, ora saldate il vostro debito (foto di Francesca Marchi)
 Italia società da navigazione: cartello con le partenze del Conte Biancamano per il Venezuela, 1956. E' l'ultima fase dell'emigrazione che si concluderà come fenomeno di massa all'alba degli anni '60 (foto di Francesca Marchi)
 Italia società da navigazione: cartello con le partenze del Conte Biancamano per il Venezuela, 1956. E' l'ultima fase dell'emigrazione che si concluderà come fenomeno di massa all'alba degli anni '60 (foto di Francesca Marchi)
Italia società da navigazione: cartello con le partenze del Conte Biancamano per il Venezuela, 1956. E' l'ultima fase dell'emigrazione che si concluderà come fenomeno di massa all'alba degli anni '60 (foto di Francesca Marchi)
La Italo-Argentina di Landi e fratelli Giraudo, fabbrica di bibite gassate a Rosario (Argentina) - foto di Francesca Marchi
La Italo-Argentina di Landi e fratelli Giraudo, fabbrica di bibite gassate a Rosario (Argentina) - foto di Francesca Marchi
Lucchetti's Italian Restaurant a Boston, 1910 circa (foto di Francesca Marchi)
Lucchetti's Italian Restaurant a Boston, 1910 circa (foto di Francesca Marchi)
Lucchetti's Italian Restaurant a Boston, 1910 circa (foto di Francesca Marchi)
Motonavi Saturnia e Vulcania, Cosulich Line, 1926: Nord e Sud  (foto di Francesca Marchi)
Motonavi Saturnia e Vulcania, Cosulich Line, 1926: Nord e Sud  (foto di Francesca Marchi)
Motonavi Saturnia e Vulcania, Cosulich Line, 1926: Nord e Sud (foto di Francesca Marchi)
Cartelli primi '900 delle compagnie di navigazione italiane e straniere che trasportavano gli emigranti al di là dell'oceano (foto di Francesca Marchi)
Cartelli primi '900 delle compagnie di navigazione italiane e straniere che trasportavano gli emigranti al di là dell'oceano (foto di Francesca Marchi)
Cartelli primi '900 delle compagnie di navigazione italiane e straniere che trasportavano gli emigranti al di là dell'oceano (foto di Francesca Marchi)
Cartelli primi '900 delle compagnie di navigazione italiane e straniere che trasportavano gli emigranti al di là dell'oceano  (foto di Francesca Marchi)
Cartelli primi '900 delle compagnie di navigazione italiane e straniere che trasportavano gli emigranti al di là dell'oceano  (foto di Francesca Marchi)
Cartelli primi '900 delle compagnie di navigazione italiane e straniere che trasportavano gli emigranti al di là dell'oceano (foto di Francesca Marchi)
Olio d'oliva in lattina da Chiavari e Termini Imerese per il mercato di Buens Aires e Chicago (foto di Francesca Marchi)
Olio d'oliva in lattina da Chiavari e Termini Imerese per il mercato di Buens Aires e Chicago (foto di Francesca Marchi)
Olio d'oliva in lattina da Chiavari e Termini Imerese per il mercato di Buens Aires e Chicago (foto di Francesca Marchi)
Istruzioni per gli emigranti in partenza: guida agli Usa, all'Argentina, al Perù e al Brasile. Più due manuali che rispondono alla stessa domanda: come fare fortuna in America (foto di Francesca Marchi)
Istruzioni per gli emigranti in partenza: guida agli Usa, all'Argentina, al Perù e al Brasile. Più due manuali che rispondono alla stessa domanda: come fare fortuna in America (foto di Francesca Marchi)
Istruzioni per gli emigranti in partenza: guida agli Usa, all'Argentina, al Perù e al Brasile. Più due manuali che rispondono alla stessa domanda: come fare fortuna in America (foto di Francesca Marchi)
Rodolfo Valentino, eroe italiano emigrato in America (foto di Francesca Marchi)
Rodolfo Valentino, eroe italiano emigrato in America (foto di Francesca Marchi)
Rodolfo Valentino, eroe italiano emigrato in America (foto di Francesca Marchi)
L'emigrante, settimanale del lavoro all'estero, testata del dopoguerra (foto di Francesca Marchi)
L'emigrante, settimanale del lavoro all'estero, testata del dopoguerra (foto di Francesca Marchi)
L'emigrante, settimanale del lavoro all'estero, testata del dopoguerra (foto di Francesca Marchi)
Nicola Sacco e Bartolomeo Vanzetti, anarchici italiani giustiziati il 23 agosto 1927, sulla prima pagina de Il Resto del Carlino. Finirono innocenti sulla sedia elettrica, malgrado una mobilitazione (foto di Francesca Marchi)
Nicola Sacco e Bartolomeo Vanzetti, anarchici italiani giustiziati il 23 agosto 1927, sulla prima pagina de Il Resto del Carlino. Finirono innocenti sulla sedia elettrica, malgrado una mobilitazione (foto di Francesca Marchi)
Nicola Sacco e Bartolomeo Vanzetti, anarchici italiani giustiziati il 23 agosto 1927, sulla prima pagina de Il Resto del Carlino. Finirono innocenti sulla sedia elettrica, malgrado una mobilitazione (foto di Francesca Marchi)
Foglio popolare di inizio '900: italiani impiccati innocenti in America (foto di Francesca Marchi)
Foglio popolare di inizio '900: italiani impiccati innocenti in America (foto di Francesca Marchi)
Foglio popolare di inizio '900: italiani impiccati innocenti in America (foto di Francesca Marchi)

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?