Venezia, 29 agosto 2018 - Non solo la sezione 'in concorso' con Luca Guadagnino, Mario Martone e Roberto Minervini. La 75esima edizione della Mostra del cinema di Venezia riserva grande attesa anche per le altre produzioni italiane presenti al Lido. Si spazia da documentari a pellicole rimaste incompiute e restaurate, passando per storie destinate a suscitare polemica come le vicende a cui si ispirano (uno per tutti 'Sulla mia pelle', in cui si racconta il caso Cucchi).

FUORI CONCORSO - L'evento speciale fuori concorso di maggior interesse sarà la proiezione il primo settembre dell'ultimo film di Orson Welles, deceduto prima del montaggio, 'The Other Side of the Wind'. Nel 1970 il regista Welles, produttore del leggendario 'Quarto potere', iniziò a girare la sua ultima opera con un celebre cast, tra cui John Huston, Peter Bogdanovich, Susan Strasberg e Oja Kodar, compagna del regista nell'ultima parte della sua vita. A causa di alcuni problemi finanziari la produzione, mai conclusa, si protrasse fino al 1976 e fu accantonata dall'industria cinematografica. Oltre mille bobine furono così nascoste in un caveau di Parigi fino a marzo 2017, quando i produttori Frank Marshall e Filip Jan Rymsza decisero di portare a termine l'opera del leggendario cineasta, 30 anni dopo la sua morte. Il film racconta la storia del regista J.J. "Jake" Hannaford che ritorna a Hollywood dopo anni di esilio volontario in Europa.

FOCUS Tutti i film in concorso, tre gli italiani in gara

GLI ITALIANI SOTTO I RIFLETTORI - Sono cinque gli italiani da tenere d'occhio: 

30 agosto - 'Isis, tomorrow. The lost souls of Mosul' è il documentario di Francesca Mannocchi e Alessio Romenzi, prodotto da FremantleMediaItalia in collaborazione con Rai Cinema. Nell'ideologia dell'Isis i bambini sono l'arma più efficace per portare nel futuro l'idea di un grande Califfato universale. L'obiettivo? Creare un mondo diviso a metà, da un lato gli jihadisti e dall'altro lato gli infedeli da sterminare. I lunghi mesi della guerra  vengono ripercorsi attraverso le voci dei figli dei miliziani addestrati al combattimento e a diventare kamikaze, fino a seguire i loro destini nella complessità del dopoguerra, un dopoguerra di vedove, bambine e ragazzi marginalizzati, in cui il sangue della battaglia lascia spazio alle vendette e alle ritorsioni quotidiane, alla violenza come sola risposta alla violenza.

2 settembre - Le prime due puntate (su otto totali) in anteprima mondiale dell'attesissima serie tv Hbo-Rai 'L'amica geniale', diretta da Saverio Costanzo, tratta dalla quadrilogia omonima di Elena Ferrante. A interpretare Elena e Lila bambine, Elisa Del Genio e Ludovica Nasti. Mentre Elena e Lila adolescenti saranno, rispettivamente, Margherita Mazzucco e Gaia Girace. La storia? Quando l'amica più importante della sua vita sembra essere scomparsa senza lasciar traccia, Elena Greco, una donna anziana che vive in una casa piena di libri, accende il computer e inizia a scrivere la storia sua e di Lila, la storia di un'amicizia nata sui banchi di scuola negli anni Cinquanta. Ambientato in una Napoli pericolosa e affascinante, inizia così un racconto che copre oltre sessant'anni di vita e che tenta di svelare il mistero di Lila, l'amica geniale di Elena, la sua migliore amica, la sua peggiore nemica.

4 settembre - '1938 Diversi' di Giorgio Treves. Italia, 1938. Il popolo italiano è spinto dalla propaganda fascista ad accettare la persecuzione della minoranza ebraica che viveva pacificamente in Italia da secoli. Il film ripercorre ciò che ha comportato per la popolazione ebraica e italiana l'attuazione di quelle leggi e in particolare, i sottili meccanismi di persuasione messi in opera dal fascismo.  

5 settembre - L'autobiografico 'Les Estivants' di Valeria Bruni Tedeschi con Valeria Golino e Riccardo Scamarcio. In una bella casa in Costa Azzurra si riuniscono amici e parenti di una ragazza, Anna, in crisi dopo una relazione finita male.

7 settembre - La commedia 'Una storia senza nome' di Roberto Andò in cui Micaela Ramazzotti e Alessandro Gassman ricostruiscono tra realtà e fantasia gli eventi legati ai furti d'arte della Camorra.

 

LA SEZIONE ORIZZONTI - Riflettori puntati sul tricolore anche nella sezione Orizzonti, quella dedicata a film rappresentativi di nuove tendenze estetiche ed espressive del cinema mondiale, con particolare riguardo per gli esordi, gli autori emergenti e le cinematografie minori e meno conosciute. 

29 agosto - Il film più atteso e che - come detto - non mancherà di suscitare polemiche è 'Sulla mia pelle' di Alessio Cremonini, una storia sul caso Cucchi, con Alessandro Borghi, Jasmine Trinca e Max Tortora. Verranno raccontati gli ultimi giorni di vita di Stefano e della settimana che ha cambiato per sempre la vita della sua famiglia. Il film che debutterà il 12 settembre su Netflix e nei migliori cinema distribuito da Lucky Red "è un atto dovuto e imprescindibile", commenta l'attrice Jasmine Trinca. 

image

3 settembre - 'La profezia dell'armadillo' di Emanuele Scaringi con Simone Liberati e Pietro Castellitto, tratto dal primo e celebre fumetto del cartoonist italiano Zerocalcare. 

5 settembre - 'Un giorno all'improvviso' di Ciro d'Emilio con Anna Foglietta e Giampiero De Concilio narra la storia dell'adolescente Antonio e del suo sogno di diventare un calciatore per una squadra importante.