Foto: Netflix
Foto: Netflix

Riassunto in poche parole il film 'Monster' è un legal drama ambientato all'interno di un sistema giudiziario apertamente razzista. Si tratta dell'esordio cinematografico del regista Anthony Mandler, che per il suo debutto ha scelto un tema corposo e complesso, che riesce a maneggiare solo fino a un certo punto. Il lungometraggio, in streaming su Netflix da venerdì 7 maggio, rappresenta comunque un nuovo tassello nella discussione sui diritti degli afroamericani che sta informando di sé una parte rilevante della produzione cinematografica statunitense. La sua maggiore ragione di interesse sta proprio in come si inserisce in questa tendenza.


Monster, tutto sul film di Netflix

La trama racconta di un adolescente afroamericano di buona famiglia: ha una passione per la fotografia e il cinema e inizia a frequentare un liceo che potrebbe spalancarli le porte di un futuro luminoso. Alcune scelte sfortunate lo portano però a essere accusato di complicità in una rapina che è terminata con un omicidio: rinchiuso in carcere deve affrontare un complesso iter giudiziario nella speranza di non trascorrere il resto della vita in prigione. Riuscirà a dimostrare la propria innocenza?

'Monster' è l'adattamento dell'omonimo romanzo pubblicato nel 1999 e scritto dallo statunitense Walter Dean Myers. Partendo da questa fonte la sceneggiatura è stata scritta a sei mani da Radha Blank ('The Forty-Year-Old Version') insieme agli esordienti Cole C. Wiley e Janece Shaffer. Alla regia c'è il già citato Anthony Mandler, che si è fatto le ossa dirigendo videoclip musicali per gente del calibro di Eminem, Mary J. Blidge, Rihanna, Drake, Beyoncé, Muse, Taylor Swift e via di questo passo.

A proposito del cast: il protagonista è interpretato da Kelvin Harrison Jr., volto noto anche per avere vestito i panni del leader delle Pantere Nere Fred Hampton nel 'Processo ai Chicago 7'. I suoi genitori sono Jennifer Hudson (premio Oscar per 'Dreamgirls') e Jeffrey Wright (premio Emmy per 'Angels in America' e tre volte candidato grazie a 'Westworld'). Accanto a loro ci sono Jennifer Ehle, Tim Blake Nelson, Nasir 'Nas' Jones, John David Washington, Rakim Mayers, e Paul Ben-Victor.

Il trailer doppiato in italiano



Le recensioni e come guardare il film

In media la critica ha espresso un giudizio sufficiente: è molto piaciuto il protagonista Kelvin Harrison Jr. ed è stato apprezzato il fatto che il regista si muova con sicurezza. Qualche dubbio è stato sollevato quando quest'ultimo tende a essere lezioso e per una sceneggiatura che talvolta sembra indecisa se puntare a dimostrare l'innocenza dell'imputato oppure che non è un mostro: differenza meno sottile di quanto possa sembrare a prima vista, tenendo conto che il processo si svolge all'interno di un sistema razzista, quello che ti ritiene un mostro di default.
Coloro che volessero guardare 'Monster' sappiano che dura 1 ora e 39 minuti, che la visione è consigliata ai maggiorenni e che Netflix pubblica il film all'interno del proprio catalogo di contenuti in streaming il 7 maggio.

Leggi anche:
- Tenebre e ossa, la nuova serie TV fantasy di Netflix
- 'I Mitchell contro le macchine', il film d'animazione di Netflix
- Zero: la serie tv italiana e multietnica di Netflix