Una scena del film
Una scena del film
Giovedì 14 marzo esce nelle sale cinematografiche italiane 'Momenti di trascurabile felicità', scritto e diretto da Daniele Lucchetti, con Pif e Renato Carpentieri protagonisti. Cosa possiamo aspettarci dal film? Ecco tutte le informazioni.

MOMENTI DI TRASCURABILE FELICITÀ, IL FILM

'Momenti di trascurabile felicità' è una commedia: nonostante lo spunto narrativo di partenza sia serissimo, cioè la morte, gli autori hanno voluto realizzare un film "pervaso da un sentimento di malinconica allegrezza, un rituale per esorcizzare la paura di andare via, per trarre un bilancio degli affetti e delle inconsapevolezze, per capire se la leggerezza del riso può dire della nostra vita cose piccole ma importanti".

Sono parole del regista e co-sceneggiatore Daniele Lucchetti, che ha in curriculum titoli come 'Il portaborse' (1991, con Nanni Moretti protagonista), 'I piccoli maestri' (1998, con Stefano Accorsi), 'Mio fratello è figlio unico' (2007, con Elio Germano e Riccardo Scamarcio) e 'La nostra vita' (2010, ancora con Elio Germano).

I DUE ROMANZI CHE HANNO ISPIRATO IL FILM
La trama è liberamente ispirata a due romanzi: 'Momenti di trascurabile felicità' e 'Momenti di trascurabile infelicità', entrambi editi da Einaudi e scritti da Francesco Piccolo.

Quest'ultimo, insieme a Lucchetti, ha adattato i propri libri per trasformarli in un film. Non si è trattato di una prima volta, perché è uno sceneggiatore di lungo corso: per esempio di film come 'Il caimano', 'Habemus Papam', 'La prima cosa bella' e di serie TV come 'L'amica geniale'.

LA TRAMA E IL CAST
Come preannunciato dal trailer, la storia è quella di un marito e padre di famiglia che rimane coinvolto in un incidente e muore. Nell'aldilà si scopre però un errore di calcolo e dunque gli viene concesso di tornare in vita, per un totale di un'ora e 32 minuti (curiosamente, una durata simile a quella del film). Come sfruttare il poco tempo ricevuto?

Il protagonista è interpretato da Pierfrancesco Diliberto, sua moglie è Thony (nome d'arte della cantautrice e attrice Federica Victoria Caiozzo), mentre i suoi figli hanno i volti di Angelica Alleruzzo e Francesco Giammanco. L'impiegato del Paradiso è invece interpretato da Renato Carpentieri.

IL TRAILER


MOMENTI DI TRASCURABILE FELICITÀ, LE RECENSIONI
In linea di massima la critica italiana ha accolto con favore il film: al di là di qualche inciampo nello sviluppo della trama, 'Momenti di trascurabile felicità' è riuscito nell'intento di lavorare sulla leggerezza, evitando di scadere nel banale ma anche di essere superficiale. Un equilibrio difficile da mantenere.

Leggi anche:
- Gundam, si avvicina il film in live-action
- Buona apocalisse a tutti, cosa sappiamo finora della serie TV
- Game of Thrones 8: cosa c'è esattamente nel trailer