Sfilata Versace dedicata a Keith Flint dei Prodigy (Lapresse)
Sfilata Versace dedicata a Keith Flint dei Prodigy (Lapresse)

Milano, 15 giugno 2019 - "Dedico questa sfilata uomo per l'estate 2020 al mio amico Keith Flint dei Prodigy e a tutti gli uomini che si sentono liberi di osare anche con gli abiti". Donatella Versace ricorda l'amico Keith che si è suicidato a marzo scorso prima di dare il via a questa passerella piena di colore, fantasie ed energia. 

Nel cortile-giardino del palazzo dove abitava suo fratello Gianni Versace ora quartier generale della maison di cui lei è il direttore creativo, c'è un allestimento lussuoso di puf di seta a disegni Medusa intorno a una passerella di plexiglass rosa come gli oleandri del giardino. In mezzo alla scena un'opera di Andy Dixon che rappresenta una macchina da corsa nera, grintosissima, coperta di rose e di orchidee, a significare l'incontro tra uomini e donne. 

In passerella 45 modelli, alcuni coi capelli tinti di arancio, rosa e viola come quelli dei Prodigy anni Novanta, colossi della musica rave, gli occhiali bianchi logati Medusa con le lenti nelle tinte Pop, e 15 modelle alcune supertop come Irina, Bella, Gigi, Vittoria ad esaltare la sensualità della collezione maschile. Bella la pelle nera con la giacca di lui stretta sul petta da una cintura, belle le camicie con le nuove fantasie barocche della maisone, belle la cravatta nera con la firma bianca e per esteso del fratello Gianni. Camperos per lui e orecchini a spilla d'oro molto punk per lei, biker di pelle nera tutti frange e jeans bianchi, pantaloni animalier e giacca di divinile nera.