L'attore cinese Liu Haoran e Diego Della Valle
L'attore cinese Liu Haoran e Diego Della Valle

Milano, 16 maggio 2019 - Quando Liu Haoran arriva davanti a Villa Necchi Campiglio per assistere alla presentazione della collezione Tod's dell'estate 2020 le fans assiepate sotto il sole del primo pomeriggio impazziscono e cominciano a urlare e a scattare foto, anche mentre scende dal van nero. Sono pazze di lui queste giovanissime ragazze dagli occhi a mandorla, perchè Liu, soprannominato Turbo Liu, classe 1997, è un attore cinese gettonatissimo, il loro Alain Delon dei tempi d'oro. Ed eccolo in posa nel giardino della villa milanese sempre bellissima e piena di fascino col profumo delle magnolie, con il presidente del Gruppo Tod's Diego Della Valle che ha fatto il colpaccio di avere l'attore cinese come ospite a questa presentazione.

Nel giardino di Villa Necchi ci sono anche due macchine d'epoca niente male: una Jaguar e-type prima serie roadster del 1965 e una Ferrari 275GTB sempre del 1965. Il tema della collezione infatti è la velocità, il fluire continuo delle mode che non lascia scampo. Pezzo icona è la Ride Jacket in pelli e nylon senza peso, stampe digital-camouflage, suede e denim, per sfidare ogni strada. Un biker da motociclista quasi una seconda pelle, con giochi di nastrature tono su tono per rendere individuale ogni pezzo.La nuova calzatura icona è la Tod's Competition, assoluta flessibilità e leggerezza, forma ergonomica e ispirazione al mondo della barca: fanno bella mostra di sé nell'installazione sulla piscina dove nuotano dodici deliziose paperelle. Non basta:il Tod's Gommino ha bordature a contrasto e la nuova T, segno iconico d'archivio che attraversa gli accessori, anche su double stripe.

La Ride Jacket di Tod's

"Oggi anche per l'uomo c'è necessità di avere un total look forte, per aprire i negozi nel mondo - racconta il presidente del Gruppo Tod's Diego Della Valle - e per fortuna noi abbiamo uno studio stilistico che non dimentica l'heritage e lo coniuga con la tecnologia moderna specie per i materiali. Bisogna non mollare su quello che noi italiani siamo, su quello che ci viene riconosciuto da tutto il mondo - continua Diego Della Valle - e dobbiamo sempre più divulgarlo. Negli ultimi due anni nel settore della qualità e del lusso noi industriali abbiamo rovesciato le aziende come un calzino! Facciamo progetti nuovi e necessari ogni due mesi, la moda esige velocità di proposte. E il cambiamento è impegnativo ma pieno di opportunità".