Videogames da smartphone
Videogames da smartphone

Il mercato dei videogiochi in Italia non conosce crisi. Il valore di questo segmento in continua espansione - solo nel nostro Paese - è di circa 1.6 miliardi di dollari per il 2020 e raggiunge i 135,8 miliardi se si guarda all’intero pianeta. I dati contenuti nel rapporto stilato da Deloitte sui trend del consumo digitale non lasciano spazi a dubbi: gli italiani amano giocare ai videogames e lo fanno sempre più spesso con lo smartphone.

Il mercato del gaming in Italia
1,6 miliardi di dollari di fatturato solo nel 2020. Basterebbe questo dato per avere la conferma di come il mobile gaming nel Bel Paese sia tra i mercati più floridi, anche in un contesto abbastanza complicato per l’economia. Proprio la pandemia da coronavirus e il lancio di nuovi giochi e nuove console ha dato un ulteriore slancio a un segmento che già negli anni precedenti non conosceva crisi. Le stime di Deloitte parlano, inoltre, di una crescita del 10,6 % entro il 2025 (il 10,2% a livello mondiale) e un giro di affari che toccherà – secondo le stime più prudenti – 1,7 miliardi di dollari.

Come giocano gli italiani
Gli italiani si confermano, anche per quel che riguarda il gaming, amanti dello smartphone. Ben il 61% dei giocatori lo fa da cellulare (contro una media mondiale del 56%); di questi l’11% sono donne e il 10% ha un’età compresa tra i 45 e i 54 anni.
La modalità di gioco più apprezzata? Il single player, usato da 9 italiani su 10; la modalità multiplayer però sta conquistando ulteriori spazi di mercato ed è in crescita del 4% su base annua. Le console? Le usa per giocare un italiano su tre, mentre il pc è utilizzato dal 56% degli utenti.