Milano Fashion Week 2020
Milano Fashion Week 2020

Milano, 12 dicembre 2019 - La moda maschile milanese riprende quota e il Calendario della fashion week di gennaio 2020 diventa più interessante e accattivante, specie per i buyer internazionali. Molto importante e stilisticamente strategica l'intesa con i rappresentanti della moda britannica della London Fashion Week che portano a Milano alcuni loro talenti di spicco. L’edizione di Milano Moda Uomo in programma dal 10 al 14 gennaio 2020 infatti prevede 77 collezioni, delle quali 26 sono le sfilate, 46 le presentazioni (di cui 10 designer inglesi e 5 designer italiani presso Londono show rooms), 5 le presentazioni su appuntamento e 22 gli eventi in calendario. Stavolta Milano Moda Uomo apre dopo Pitti Uomo edizione numero 97 il venerdì 10 gennaio con le sfilate di Dsquared2, che celebrerà il suo 25° anniversario con un evento alle 22:30, e come sempre col defildi Ermenegildo Zegna.

I brand alla Fashion week 2020

Tornano a sfilare a Milano Moda Uomo: Gucci, che chiuderà le sfilate martedì 14 alle ore 12.30, Iceberg, Miaoran, MSGM, N.21, Prada e Salvatore Ferragamo. Termina così il filone co-ed, con le passerelle unificate per uomo e per donna che hanno contraddistinto le ultime stagioni. Debuttano Fabio Quaranta che sfilerà supportato da CNMI, il danese Han Kjøbenhavn e il cinese Reshake.  Sempre supportati da CNMI sfileranno: Numero 00, Miaoran, Magliano e David Catalan. Presentano inoltre per la prima volta: Philippe Model Paris, Piacenza Cashmere, KB Hong, United Standard, Marinella, Matchless London, B+Plus e Chorustyle, mentre torna a presentare Harmont & Blaine.  Anche per quest’edizione alcuni brand hanno scelto Milano Moda Uomo per presentare le proprie collezioni co-ed: Dsquared2, Neil Barrett, Marcelo Burlon County of Milan, Han Kjøbenhavn, Spyder e Sunnei.

Per quest’edizione di Milano Moda Uomo, Camera Nazionale della  Moda Italiana in  collaborazione  con  Confartigianato Imprese  e con il supporto del Ministero dello Sviluppo Economico e ICE - Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane - presenta un progetto di valorizzazione della settimana della moda uomo. Si tratta di una serie di iniziative con duplice finalità: presentare a livello internazionale Milano e l’Italia come polo produttivo della moda, mettendo in luce il sistema delle piccole e medie imprese italiane e facendo conoscere a livello mondiale il know-how che ci contraddistingue; valorizzare la proposta italiana della moda uomo, che inizia a Firenze con Pitti e prosegue a Milano con la Fashion Week. Un’offerta creativa internazionale e unica che evidenzia il ruolo imprescindibile dell’Italia e della sua filiera nella moda. Tra le varie iniziative, una collaborazione tra Camera Nazionale della Moda Italiana e il British Fashion Council (BFC) che porterà a Milano una parte della London Fashion Week.

London show rooms a Milano 

'London show rooms'  occuperà lo Spazio Savona 56. All’interno del contenitore di talenti verranno presentate le collezioni di 10 designer emergenti inglesi e 5 italiani, protagonisti del progetto saranno anche gli studenti italiani che studiano nelle prestigiose scuole di moda inglesi, in modo da mettere in luce la grande sinergia tra il sistema formativo italiano e quello inglese. "Siamo molto soddisfatti della collaborazione, in quest’edizione, con il British Fashion Council e Confartigianato Imprese e siamo grati al MISE e ICE per il  loro supporto. Come CNMI siamo convinti che la collaborazione con BFC sia,  per entrambi, una preziosa opportunità per realizzare un importante lavoro di congiunzione e unione tra i nostri mondi. Per questo voglio ringraziare particolarmente Caroline Rush, Chief Executive del BFC, con la quale collaboriamo in modo proficuo ed intenso, condividendo visioni, valori ed opportunità rilevanti per il fashion system. Questo progetto darà a CNMI la possibilità di espandere i suoi orizzonti e di rendere Milano Moda Uomo ancora più internazionale".