Le vittorie grandiose e memorabili, accanto ai personaggi più celebri, da Romolo, fondatore di Roma, a Tarquinio il Superbo, da Giulio Cesare ad Augusto, in uno straordinario racconto scolpito nel marmo: si è aperta ieri a Roma, nell’appartamento dei Conservatori, parte del complesso dei Musei Capitolini, la mostra multimediale L’eredità di Cesare e la conquista del tempo, che svela la storia di Roma, dalla sua fondazione (753 a.C.) alla fine dell’età repubblicana e agli albori dell’età imperiale (31 a.C.). Il progetto in programma fino al 31 dicembre, si concentra sulla capacità narrativa "nascosta" dei Fasti Capitolini, i calendari incisi nel marmo che, anno per anno, indicano i consoli e i trionfatori della Roma antica. Dalla metà del ’500, questi documenti epigrafici sono esposti su disegno di Michelangelo Buonarroti sulla parete di fondo della sala della Lupa, un tempo sala dei Fasti antichi: grazie alla mostra, partendo dalle frasi incise, il visitatore, aiutato dal videomapping, dalla grafica in due colori e dal commento sonoro, potrà ripercorrere le fasi cruciali di Roma, lasciandosi coinvolgere da una storia appassionante.