12 apr 2022

Meteorite extraterrestre esploso sulla Terra: 8 anni fa il caso

Sul meteorite che accese il cielo di Papua Nuova Guinea il Governo degli Stati Uniti aveva calato il segreto di stato, ma ora sappiamo la verità

Un meteorite in avvicinamento sulla Terra
Un meteorite in avvicinamento sulla Terra

A distanza di otto anni si fa finalmente luce su uno dei piccoli grandi misteri che riguardano la vita extraterrestre. È caduto, infatti, il segreto di stato sui dati di un piccolo meteorite, esploso sui cieli di Papua Nuova Guinea l’8 gennaio 2014; un evento classificato come “riservato” dal governo americano. Ora, caduto il velo, sappiamo che si tratta a tutti gli effetti di un oggetto proveniente da un altro sistema solare. Lo studio che se ne era occupato nel 2019 non era mai stato approvato, ma ora è arrivata la conferma del Comando Spaziale degli Stati Uniti.

Il piccolo meteorite extraterrestre

Un piccolo meteorite grande poco meno di mezzo metro è diventato, nell’ormai lontano 2014, un vero e proprio caso di stato. La roccia, infatti, aveva subito allertato gli scienziati perché aveva delle caratteristiche molto particolari. Uno studio del 2019 aveva rivelato che la velocità con la quale il meteorite viaggiava nello spazio era di circa 210.000 km/h, un dato che supera di gran lunga quello medio delle altre pietre che orbitano all'interno del sistema solare, e aveva da subito orientato i ricercatori a pensare che si trattasse di un oggetto extraterrestre.
Lo studio che è conseguito alla scoperta, tutt’ora pubblicato come pre-print nell’archivio di articoli scientifici arXiv, oltre a parlare della velocità del meteorite, disegnava anche la sua orbita, ribadendo con ampie rassicurazioni (si parlava del 99%) che “l'oggetto aveva avuto origine ben oltre il nostro sistema solare, forse dall'interno profondo di un sistema planetario o di una stella della Via Lattea".
Nonostante i dati abbastanza chiari, l’articolo non è mai stato sottoposto a revisione paritaria e nemmeno pubblicato su una rivista scientifica, poiché alcuni dei dati necessari per verificare i calcoli dei ricercatori erano stati considerati classificati come “riservati” dal governo degli Stati Uniti.

La conferma del Comando Spaziale degli Stati Uniti

Un post su Twitter pubblicato lo scorso 7 aprile 2022 dal profilo ufficiale del Comando Spaziale degli Stati Uniti (USSC) ha finalmente confermato la natura “interstellare” del meteorite. La nota che compare nel post – che porta la data del 1° marzo 2022 – è firmata dal tenente Gen. John E. Shaw, vice comandante dell'USSC e riporta che l’analisi sulla palla di fuoco esplosa sui cieli di Papua Nuova Guinea l’8 gennaio 2014 era "sufficientemente accurata da confermare una traiettoria interstellare".
La conferma americana fa del meteorite il primo oggetto interstellare rilevato ufficialmente nel nostro sistema solare.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?