Antipasto con sgombro, agrumi e noci
Antipasto con sgombro, agrumi e noci

Sarà un Natale particolare, con pochi intimi, in famiglia, ma non rinunceremo alle cose buone né alle usanze più consolidate. A cominciare dalla vigilia, caratterizzata da una tradizione che si trova praticamente in tutta Italia, ovvero la cena "di magro" del 24 sera, a base di pesce. Che potremo rispettare anche se procurarsi del buon pesce fresco non sarà facile ovunque, con le restrizioni negli spostamenti imposte dalle norme anti covid e con la necessità di evitare lunghe file nei negozi. Valide alternative per non rinunciare alla cena di pesce possono essere le conserve ittiche e i surgelati. Le prime sono buone, accessibili, nutrienti, pratiche anche per chi vuole fare la spesa in anticipo. Parliamo del tonno in scatola, dello sgombro, del salmone e delle alici, delle sardine. Circa i surgelati, secondo l’indagine commissionata dall'IIAS - Istituto Italiano Alimenti Surgelati alla Doxa, piacciono a 8 millennials su 10 (che consumano questi prodotti almeno una volta alla settimana), e il pesce, insieme alle verdure, figura fra i preferiti: senza conservanti, ha le stesse proprietà nutrizionali di quello fresco, e grazie ai dati riportati sulla confezione si può risalire alla filiera produttiva dell’alimento.
Con le conserve ittiche, ecco due ricette della blogger Farrella, all'insegna della Dieta Mediterranea: un antipasto di “Insalata all'aria d'agrumi, sgombro e noci” e un ”Risotto con salmone e melagrana”. Poi, coi surgelati, tre ricette per i secondi, delle blogger millennials Sara Sguerri e Marta Ansaldo (altre ricette su www.istitutosurgelati.it): involtini gratinati di platessa e verdure, calamari ripieni di carciofi e patate, e salmone e cavoletti di Bruxelles al forno.

Insalata all'aria d'agrumi, sgombro e noci
Ingredienti per 4 persone:

250 g di sgombro sott'olio
100 g di songino (valeriana)
40 g di olive
2 finocchi
1 aranci
6 noci
olio extravergine di oliva q.b., aceto di vino bianco q.b., sale, pepe.
Procedimento
Lavare il songino sotto l'acqua corrente. Scegliere dei finocchi teneri, lavarli sotto l'acqua corrente ed eliminare la parte esterna più dura. Tagliarli finemente con una mandolina. Pelare a vivo l’arancia, affettando la buccia esterna e la pellicina con un coltello. Ricavare degli spicchi da unire successivamente alla preparazione. Disporre in una ciotola il songino, i finocchi affettati, l'arancia a pezzetti e i gherigli di noce spezzettati. Condire con qualche cucchiaio di olio extravergine di oliva, il sale, una spolverata di pepe e poco aceto di vino. In ultimo, unire lo sgombro a filetti, sgocciolandolo ma recuperando l’olio che potrete usare per altre preparazioni in cucina, e le olive nere.

Risotto “sparkling” con salmone e melagrana
Ingredienti per 4 persone:

360 g riso Carnaroli
400 ml spumante secco
250 g salmone al naturale
40 g burro
1 porro
1 melagrana
olio extravergine di oliva q.b.
sale, pepe
700 ml brodo vegetale
Procedimento:
in un tegame, scaldare qualche cucchiaio di olio e fare appassire il porro tritato a rondelle sottili, a fuoco moderato. Quando sarà diventato trasparente, alzare la fiamma, unire il riso e farlo tostare per qualche minuto. Sfumare con 300 ml di spumante e lasciare evaporare. Unire qualche mestolo di brodo, e portare a cottura, per il tempo indicato sulla confezione del riso. Mescolare e unire qualche altro mestolo di brodo di tanto in tanto. A metà cottura, unire anche il salmone sgocciolato a pezzetti e amalgamare. Quando il risotto avrà terminato la cottura, unire lo spumante rimasto (100 ml) e mantecare con il burro a pezzetti. Regolare di sale e unire una spolverata di pepe. Servire subito, decorando ciascun piatto con qualche chicco di melagrana.





















Salmone e cavoletti di Bruxelles al forno
Ingredienti

2 filetti da 125 g di salmone selvaggio surgelato
1 confezione da 400 g di cavoletti di Bruxelles surgelati
2 cucchiai di olio extravergine d’oliva
1 cucchiaio di aneto,
1 limone, sale.
Per la salsa:
150 g di yogurt greco
2 cucchiai di succo di limone
2 cucchiai di olio EVO
1 cucchiaio di aneto tritato,
1 cucchiaio di erba cipollina, sale.
Esecuzione
Preriscalda il forno a 200° C. Metti i cavoletti in una teglia e condiscili con 1 cucchiaio d’olio e una presa di sale. Metti i filetti di salmone sopra i cavoletti e condisci con il restante olio e ancora un pizzico di sale. Taglia il limone a rondelle, distribuiscilo sopra il pesce a inforna per circa 25 minuti. Nel frattempo, prepara la salsa allo yogurt mescolandolo con il limone, l’olio, l’aneto, l’erba cipollina e un pizzico di sale. Quando il salmone risulterà pronto, servi caldo con la salsa allo yogurt.

Calamari ripieni di carciofi e patate
Ingredienti

250 g di calamari surgelati puliti
2 spicchi d’aglio
300 g di patate a spicchi surgelate
300 g di carciofi a spicchi surgelati
1 uovo
Mezzo limone (scorza)
10 g di parmigiano grattugiato
20 g di pangrattato
1 mazzetto di prezzemolo
35 ml di vino bianco
olio EVO, sale, pepe.
Preparazione
Scongela i calamari: la sera prima, trasferiscili dal freezer al frigo. In una padella fai rosolare l’aglio, aggiungi le patate e i carciofi a spicchi e lascia cuocere per 7-8 minuti aggiustando di sale e pepe. Lava i calamari e asciugali. Metti in una ciotola metà patate e carciofi spezzettati. Amalgama l’uovo, la scorza grattugiata del limone, il parmigiano, il pangrattato e del prezzemolo tritato. Aggiusta di sale e pepe. Preriscalda il forno a 180° gradi. Farcisci le sacche dei calamari con il composto preparato e chiudile con stuzzicadenti fissando anche i tentacoli. Metti i calamari su una pirofila con carta da forno, ungi leggermente, versa il vino, una manciata di pangrattato, sale e pepe. Tieni in forno per 20 minuti. Quando i calamari sono quasi pronti, riscalda i carciofi e le patate rimasti, aggiungi un filo d’olio e mettili insieme ai calamari prima di servirli.

Involtini gratinati di platessa e zucchine grigliate con carote in padella
Ingredienti

320 g di platessa surgelata in filetti
300 g di zucchine grigliate surgelate (16 fettine)
16 fili lunghi di erba cipollina
40 g di pangrattato
1⁄2 limone (succo)
1 spicchio d’aglio
300 g di carote a fettine surgelate
1 cucchiaino di semi di sesamo nero
1 mazzetto di prezzemolo
olio EVO, sale, pepe.
Preparazione








































Scongela i filetti di platessa e le zucchine grigliate: la sera prima portale dal freezer al frigo. Sbollenta i fili d’erba cipollina. Sistema su un tagliere i filetti di platessa, tagliali a strisce e metti su ogni striscia una fetta di zucchina e arrotola ciascun involtino. Passalo nel pangrattato, legalo con un filo di erba cipollina. Spremi il limone, filtra il succo, emulsionalo con 4 cucchiai di olio EVO, sale e pepe, versalo sugli involtini e spolverizza con pangrattato. Metti gli involtini nel forno a 180° C per 15 minuti. Nel frattempo, scalda un filo d’olio in una padella, unisci lo spicchio d’aglio, aggiungi le carote surgelate e cuocile per 15 minuti, quindi spegni e unisci i semi di sesamo nero e il prezzemolo tritato. Adagia in ogni piatto un paio di cucchiaiate di carote e 8 spiedini. Completa con un ultimo giro d’olio a crudo 

gloriaciabattoni@gmail.com