Venerdì 19 Luglio 2024

Manet e Degas “si parlano” al Met di New York

ManetDegas, una mostra al Metropolitan Museum di New York, esplora il dialogo tra Édouard Manet e Edgar Degas, due giganti della pittura francese del 19° secolo. La mostra, curata da Stephan Wolohojian e Ashley Dunn, presenta opere di entrambi gli artisti fino al 7 gennaio 2024.

Manet e Degas “si parlano“  al Met

Manet e Degas “si parlano“ al Met

Al Metropolitan Museum va in scena il ritratto di due giganti della pittura francese del 19° secolo. Intitolata semplicemente ManetDegas, si è aperta ieri una mostra che esplora un dialogo del tutto particolare tra i due pittori. Nati a Parigi a solo due anni di distanza – Édouard Manet nel 1832, Edgar Degas nel 1834 – i due erano amici, rivali e spesso antagonisti in un contesto di opere che hanno definito lo sviluppo della pittura moderna in Francia. La mostra, curata da Stephan Wolohojian e Ashley Dunn, è frutto della collaborazione tra il museo newyorkese e il Musée d’Orsay e de l’Orangerie di Parigi.

"ManetDegas – dice Max Hollein, direttore del Met – esplora una nuova narrativa su come il modernismo ha sviluppato un dialogo tra i due artisti". Disposta in 13 sezioni, la mostra vede affiancate opere di entrambi gli artisti. I due si incontrano presumibilmente per la prima volta al Louvre di Parigi tra il 1861 e 1862. Degas stava lavorando a un’incisione su un modello di un ritratto opera di Diego Velázquez. Nello stesso periodo, Manet aveva eseguito lo stesso tipo di lavoro.

Le opere che iniziano il percorso della mostra sono due autoritratti degli artisti e quello di Manet è uno dei sue due soli autoritratti. Rappresenta se stesso sia come pittore, con in mano gli attrezzi del suo mestiere, sia come un dandy parigino con un cappello in feltro nero e una giacca gialla. In mostra anche quello che il New York Times ha titolato come il dipinto più scandaloso del 19° secolo, Olympia (1863), per cui Manet si ispirò alla Venere di Urbino di Tiziano. All’epoca l’opera suscitò scalpore in quanto rappresenta una prostituta. Di Degas ci sono tra le altre, Donna con crisantemi (1865) e Donna che fa il bagno in una vasca poco profonda (1885). La mostra resterà allestita fino al 7 gennaio del 2024.