Roma, 23 maggio 2021 - Dalle strade di Roma a Sanremo e poi su uno dei più importanti palchi d'Europa: i Maneskin trionfano agli Eurovision 2021 e portano il loro rock'n roll a risuonare nel mondo. Ma neanche il tempo di festeggiare che sulla band si abbatte la bufera. Nel mirino dei social finisce infatti Damiano, il cantante della band, accusato di aver sniffato cocaina durante la diretta tv (in un video lo si vede abbassarsi sul tavolino) e così in molti chiedono la squalifica dell'Italia. Ma il frontman non ci sta e nella conferenza stampa della notte rimanda al mittente ogni accusa: "Io non uso droghe - ha dichiarato con forza Damiano -. Non dite una cosa del genere. Niente cocaina". Poi a mente fredda è tornato sulla bufera che lo ha travolto ieri sera: "La cosa bella è che neanche poteva sembrare - ha dichiarato -. Mi sono abbassato sul tavolino, ma le mani erano in vista".

A rincacare la dose ci ha pensato anche la compagna di band Victoria: "Non abbiamo mai fatto uso di stupefacenti, tantomeno in diretta tv. Per fugare ogni dubbio abbiamo anche chiesto di sottoporci al test: noi siamo contrari alle droghe".

Maneskin, la Francia si tira indietro: nessun ricorso. Oggi il test di Damiano

Eurovision, tutte le pagelle: Maneskin da 110 e lode

Maneskin e la vittoria: "Dà senso a tutto quello che abbiamo fatto"

Dopo aver festeggiato la vittoria, su 39 paesi, la band già ieri aveva denunciato l'accusa sul proprio profilo Instagram: "Siamo sbalorditi dalle persone che accusano Damiano di far uso di droghe - avevano scritto i Maneskin sul social -. Noi siamo contro le droghe e non abbiamo mai fatto uso di cocaina". Per dimostrarlo "siamo pronti a essere testati - avevano dichiarato i quattro artisti - perchè non abbiamo niente da nascondere".

La performance e i festeggiamenti a Rotterdam

'Zitti e buoni', recita la canzone vincitrice dell'Eurovision. E infatti i Maneskin danno poca voce alle polemiche e tornano a festeggiare. "Siamo qui per suonare la nostra musica e siamo felici di aver vinto gli Eurovision - ha concluso il post su Instagram -. Vogliamo ringraziare tutti per il supporto. Il rock'n roll non muore mai. Vi amiamo". 

Gli organizzatori: esamineremo i filmati

L'Ebu (European Broadcasting Union) che organizza e promuove l'Eurovision Song Contest, interviene ufficialmente sulle polemiche che hanno coinvolto Damiano dei Maneskin per un possibile uso di droghe in diretta tv . "Stiamo ancora esaminando attentamente i filmati e aggiorneremo con ulteriori informazioni a tempo debito". 

Damiano farà il test antidroga

E continua: "Siamo consapevoli della speculazione sul video dei vincitori italiani dell'Eurovision Song Contest nella Green Room di ieri sera. La band ha smentito le accuse di consumo di droga e il cantante in questione farà un test antidroga volontario" .
Nel comunicato ufficiale si legge che Damiano farà il test "dopo l'arrivo a casa. Questo è stato richiesto da loro ieri sera ma non ha potuto essere immediatamente organizzato dall'Ebu. La band, la loro direzione e il capo della delegazione ci hanno informato che non erano presenti droghe nella Green Room e hanno spiegato che un bicchiere si era rotto al loro tavolo ed è stato pulito dal cantante. L'Ebu può confermare che il vetro rotto è stato trovato dopo un controllo in loco".