Nicolò Zaniolo e la mamma Francesca Costa durante l'intervista de Le Iene
Nicolò Zaniolo e la mamma Francesca Costa durante l'intervista de Le Iene

Roma, 18 febbraio 2019 - Doveva essere un'intervista scherzosa quella fatta da Le Iene e andata in onda nella puntata di ieri sera a Nicolò Zaniolo e sua mamma Francesca Costa. Ma il talento della Roma alla fine si è innervosito. "Mia mamma al Grande Fratello? No no, preferisco che si parli di me sul campo che fuori". La mamma in questione ha 42 anni e 294mila follower su Instagram. Una mamma social insomma. Quando arrivano Le Iene Zaniolo e Francesca sono in macchina sotto casa, e la chiacchierata comincia dal calcio. "Se mi sento il nuovo Totti? No, no, assolutamente" - dice Nicolò -. Totti mi ha consigliato di rimanere con i piedi per terra perché il bello deve ancora venire. Ho fatto, ma devo ancora fare".

Nonostante il suo momento magico, Zaniolo preferisce evitare i voli pindarici e i paragoni scomodi ma ammette di voler imitare l'ex capitano giallorosso almeno in un traguardo. "Se rimarrò anche io per sempre alla Roma? Il mio obiettivo è questo - ammette il 19enne centrocampista - Diventare una bandiera come lo erano Totti e Del Piero? E' un sogno, ci proverò".

Poi però la conversazione si sposta sulla mamma, su quanto tempo passa sui social e quanto ne impiega con le amiche prima di postare lo scatto perfetto su Instagram. Segue qualche domanda calcistica e la mamma si rivela non proprio preparatissima. Ma confessa di piangere quando il figlio segna e di chiamarlo 'Nichi'. E in tema di fidanzate, sarebbe felicissima se il figlio avesse unan relazione con Belén Rodriguez, che a lui piace tanto.

Poi arriva la domanda fatidica sull'ipotetica partecipazione di Francesca al Grande Fratello. E al 19enne proprio non va giù, soprattutto perché la mamma non esclude categoricamente la proposta. "Basta che dici no", le dice il figlio quando la mamma comincia a tergiversare. E continua: "Già è tanto che ho fatto questa intervista, che neanche la volevo fare". Poi Zaniolo tronca la conversazione, scende dall'auto, telefona e si avvia verso casa chiudendosi la porta alle spalle. Torniamo al calcio.