Tina, la maialina vietnamita “salvata dal Tar del Piemonte”: perché l’Asl voleva abbatterla

La notizia diffusa dagli animalisti che esultano e parlano di “una vittoria memorabile”. L’azienda sanitaria e il rischio peste suina

Salvata dal Tar la maialina Tina
Salvata dal Tar la maialina Tina

Novara, 21 dicembre 2023 – Tina, una maialina vietnamita, è stata salvata dal Tar del Piemonte che ha detto no all’abbattimento. Ne dà notizia il Rifugio Miletta.

Tina è nata da un incrocio con un cinghiale che vive in una famiglia di Castelletto Sopra Ticino (Novara).

I giudici, dopo la sospensiva disposta lo scorso marzo, hanno annullato l’ordine di abbattimento emanato dall’Asl novarese. A sollevare la questione era stato il Rifugio Miletta con l’avvocato Angelita Caruocciolo.

Approfondisci:

Lupi nel mirino Ue, la Commissione vuole allentare la protezione: cosa cambia in Italia

Lupi nel mirino Ue, la Commissione vuole allentare la protezione: cosa cambia in Italia

La storia della maialina Tina

Il caso era sorto nell’agosto del 2022, quando i servizi veterinari, dopo un’ispezione, avevano imposto alla famiglia di isolare Tina in un box, separandola dai cani con cui era cresciuta, come misura di prevenzione contro la peste suina; in seguito era arrivata l’imposizione di abbattimento. Secondo l’avvocato Caruocciolo si trattava però di una misura “abnorme, immotivata e non sostenuta dalle norme”.

Per Alessandra Motta, presidente di Rifugio Miletta, quella al Tar è "una vittoria memorabile, un altro importantissimo mattone nella costruzione di un mondo in cui il diritto alla vita e alla libertà appartenga ad ogni essere vivente senziente”. “Siamo molto soddisfatti - aggiunge il vicepresidente Francesco Castaldo - e speriamo di aprire un fronte per fare in modo che le amministrazioni sanitarie rivedano l’applicazione della normativa in tema di Psa (peste suina africana, ndr) e gestione dei suini che vivono nei rifugi e con i privati cittadini”.

Perché Asl ha chiesto di abbatterla

Ma perché l’Asl di Novara aveva emesso un decreto di abbattimento? Per l’attuazione delle norme previste dal commissario straordinario alle peste suina. 

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro