Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
7 giu 2022

Lou Reed, uscirà ad agosto un disco con un demo mai ascoltato prima

L'album contiene versioni acustiche di brani che successivamente entreranno nel catalogo dei Velvet Underground, ad esempio 'I'm Waiting for the Man' e 'Heroin'

7 giu 2022
Lou Reed
Lou Reed
Lou Reed
Lou Reed

Chicca in arrivo per coloro che amano la musica di Lou Reed e dei Velvet Undergrond: ad agosto usciranno vecchi demo inediti della band newyorkese. Contengono le primissime registrazioni di alcuni dei brani più famosi del gruppo, come ad esempio 'I'm Waiting for the Man' e 'Heroin'. Il titolo della raccolta è 'Words & Music, May 1965' ed è stata possibile grazie alla collaborazione tra l'etichetta discografica Light in the Attic e la vedova di Lou Reed (Lauire Anderson). Notizia nella notizia, il disco sarà il primo di una serie dedicata agli archivi personali del musicista morto nel 2013.

L'album 'Words & Music, May 1965' comprende canzoni incise da Lou Reed e da John Cale: il primo le esegue con la chitarra acustica e l'armonica, il secondo aggiunge armonie vocali. Il sound è quello della musica folk, più che del rock d'avanguardia che avrebbe reso celebri i Velvet Underground. Restano però un documento di grande importanza.

Dopo la registrazione dei brani, Reed si spedì a casa il nastro, conservandolo senza aprire il pacco: una soluzione utilizzata per proteggere i diritti di copyright senza passare dalla compilazione delle carte ufficiali. Per cinquant'anni la scatola è rimasta sigillata e solo pochissime persone hanno potuto ascoltare le tracce incise all'epoca. Anche se due canzoni, debitamente riarrangiate e con alcune modifiche nel testo, sono poi finite tra le tracce del disco di debutto dei Velvet Underground ('The Velvet Underground & Nico', 1967): si tratta di 'I'm Waiting for the Man' e 'Heroin'. Un terzo brano, 'Pale Blue Eyes', sarà invece incluso nel terzo album della band ('The Velvet Underground', 1969): in questo caso dopo avere subito sostanziali modifiche, non solo un lavoro di arrangiamento.

Altri brani non hanno mai avuto una seconda vita e il demo del 1965 rappresenta l'unica possibilità di ascoltarli. È il caso ad esempio di 'Too Late' (dal piglio doo-wop) e di 'Buzz Buzz Buzz' (che ha sonorità R&B). Il disco uscirà accompagnato da alcune note del critico musicale Greil Marcus. Tra le altre cose vi si legge che queste canzoni, nella loro povertà di mezzi e con una registrazione casalinga, sono come "il gesso sul muro, ma non quei segni che vengono lavati via dalla prima pioggia, bensì iscrizioni che in qualche modo diventano parte del mattone, anche se nel giro di un anno o due nessuno potrà leggerle".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?