Sarà proclamata per la prima volta a Benevento, il 10 giugno al Teatro romano, la cinquina del Premio Strega 2021, che festeggia la 75ª edizione. Per il terzo anno consecutivo non sarà, come da tradizione, Casa Bellonci a Roma, trasformata ora in museo dopo i lavori di ristrutturazione, ad ospitare la votazione dei cinque finalisti del Premio. I dodici in corsa sono: Andrea Bajani, Il libro delle case (Feltrinelli); Edith Bruck, Il pane perduto (La nave di Teseo); Maria Grazia Calandrone, Splendi come vita (Ponte alle Grazie); Giulia Caminito, L’acqua del lago non è mai dolce (Bompiani); Teresa Ciabatti, Sembrava bellezza (Mondadori); Donatella Di Pietrantonio, Borgo Sud (Einaudi); Lisa Ginzburg, Cara pace (Ponte alle Grazie); Giulio Mozzi, Le ripetizioni (Marsilio); Daniele Petruccioli, La casa delle madri (TerraRossa); Alice Urciuolo, Adorazione (66thand2nd); Emanuele Trevi, Due vite (Neri Pozza) e Roberto Venturini, L’anno che a Roma fu due volte Natale (Sem). I candidati saranno votati da una giuria di 660 membri.