Stare sul mercato a testa alta, con idee creative e sostanza di prodotto, non è da tutti. L’operazione è riuscita al marchio Liviana Conti che dal 2017 è prodotto e distribuito da Abraham Industries a Sant’Arcangelo di Romagna dopo l’acquisizione nel 2007 da parte della famiglia di Tiziano Sgarbi e Simona Barbieri. Dopo la tempesta del Covid anche per l’etichetta Liviana Conti è arrivata l’ora della ripartenza. Con il rilancio forte delle radici e dell’heritage del brand, con semplicità moderna, per una donna che sa distinguere l’artigianalità e il fatto a mano, per l’abbigliamento e per tutte le espressioni del lifestyle. Per la collezione della primavera-estate 2021 ci si è ispirati dalla action painting di una artista espressionista astratta del secondo Novecento come Helen Frankenthaler, famosa per aver immortalato campi monocromatici molto affascinanti. Di qui i colori cangianti e vitaminici della collezione, come il melograno, l’acido, e l’oceano, unitamente ai sottotoni ed ai naturali ispirati alla natura come il sabbia, il deserto, l’apricot, il cotto, il cacao, per arrivare ad un intenso blu notte quasi nero. Concetto del monocolore a chiaroscuri alternato a stampe grafiche di carattere come il macrocheck nelle sue varianti, le righe trasversali ed i microquadretti. Tessuti naturali, tanto cotone, viscosa e lini per un’eleganza informale, con i rasi lucidi ed i crepe de chine nelle nuove nuances della stagione. Concretezza, autenticità, contatto con la nostra natura interna e la natura che ci circonda, perché siamo un tutt’uno: così vogliamo essere ed apparire. La collezione per questa estate è in vendite anche nei due monomarca di Milano, in San Babila e Corso Vercelli, nelle due boutique a Roma e poi anche a Venezia, Bologna, Modena, Riccione.

e.d.