L’Italia fa da apripista e un frammento dei marmi del Partenone da Palermo volerà presto ad Atene. L’accordo col ministero greco per la cultura e lo sport è in dirittura d’arrivo e vede unite sullo stesso fronte due nazioni per secoli vittime di furti di antichità. Potrebbe essere un modello per quanto la Grecia vorrebbe che facesse la Gran Bretagna che detiene la maggior parte dei fregi del Partenone al British Museum e che finora si è ostinatamente opposta al rimpatrio. Altri musei detengono frammenti dei fregi del Partenone, tra questi il Louvre, i Musei Vaticani, il Kunsthistorisches di Vienna e il Museo nazionale di Copenaghen.