L'app di LinkedIn sullo smartphone
L'app di LinkedIn sullo smartphone

Introdotte sul social network a marzo 2020, le Stories su LinkedIn sono durate circa un anno e mezzo. Ad annunciare l’addio a questa tipologia di contenuti sulla piattaforma sono stati gli stessi vertici dell’azienda americana con un post nel quale spiegano la decisione di rimuoverle per lasciare spazio a una nuova feature per i contenuti video.

L’addio alle Stories su LinkedIn
Entro la fine di settembre non sarà più possibile postare Stories su LinkedIn. Liz Li, Senior Director of Product della piattaforma, ha confermato i rumors comparsi in rete negli ultimi tempi con un post nel quale spiega le motivazioni della decisione. Secondo quanto riferito, dopo le analisi degli esperti del social, è emerso che gli utenti, pur avendo apprezzato la nuova modalità per postare i contenuti sulla piattaforma legata al business e al mondo del lavoro, preferiscono una modalità differente, con clip che non scompaiono dopo 24 ore (come succede ora per le Stories) ma che restano sul proprio profilo per un periodo di tempo più lungo, consentendo una maggiore diffusione e un accesso più semplice.
Le Stories su LinkedIn erano state introdotte nel marzo del 2020 e, secondo le intenzioni dei vertici del social, dovevano andare a intercettare un pubblico più giovane, più abituato a questo tipo di contenuti e più propenso a utilizzare strumenti del genere.

Le nuove Stories
Anche se scompariranno le Stories, LinkedIn continuerà a puntare sui contenuti video. Si tratterà, però, di contenuti permanenti, con nuovi strumenti a disposizione dei creators per pubblicare clip sempre più ingaggianti. Tra le novità annunciate dal social network di proprietà di Microsoft ci sono nuovi adesivi, filtri e la funzione “domanda del giorno” per video a tema che rispondano alle esigenze degli utenti in modo ancora più diretto.