Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
9 giu 2022

Libri di autori giapponesi: ecco 5 consigli per l'estate

Storie di teenager, racconti autobiografici, cultura giapponese: ecco 5 idee di lettura per l’estate a tema Sol Levante

9 giu 2022
Libri da leggere all'aria aperta
Libri da leggere all'aria aperta
Libri da leggere all'aria aperta
Libri da leggere all'aria aperta

La tradizione letteraria giapponese ha radici antichissime e si concentra da sempre soprattutto sulle storie che, in qualche modo, riescono a portare i lettori verso un percorso di crescita personale. Ecco 5 libri di autori provenienti dal Sol Levante – dai contemporanei di successo fino ai nomi più noti – perfetti anche per una lettura estiva e usciti da pochissimo tempo. 

1. Il primo caffè della giornata – Toshikazu Kawaguchi (Garzanti)
Si tratta del terzo capitolo della serie di romanzi di Toshikazu Kawaguchi ambientati nella magica caffetteria nel cuore del Giappone (dopo ‘Finchè il caffè è caldo’ e ‘Basta un caffè per essere felici’). Ognuno dei volumi presenta, però, nuovi personaggi e può anche essere letto singolarmente. L’unica cosa che accomuna tutti i protagonisti è il senso di smarrimento che li conduce al tavolo di un caffè con l’unico obbligo di sorseggiare la bevanda prima che si raffreddi.
Lo scrittore che è diventato il caso editoriale degli ultimi anni – scalando le classifiche giapponesi, inglesi e italiane – torna con un nuovo avvincente racconto.

2. I miei giorni alla libreria Morisaki – Satoshi Yagisawa (Feltrinelli)
Takako è una venticinquenne come tanti e vive a Tokyo. Dopo aver scoperto che l’uomo di cui è ancora innamorata sposerà un’altra, si trasferisce in un piccolo appartamento sopra la libreria di famiglia e inizia ad aiutare suo zio a gestirla. I racconti di Satoru – suo zio – le nuove amicizie e soprattutto l’incontro con i libri le faranno cambiare prospettiva e vedere ogni cosa sotto una nuova luce.
Una lettura delicata e profonda, a tratti commovente, che aiuta a riflettere.

3. Lo stretto sentiero del profondo nord – Matsuo Basho (Einaudi)
Matsuo Basho, vissuto alla fine del 1600, è stato il più grande poeta giapponese della sua epoca. Questo volume – tradotto da Chandra Candiani e Asuka Ozumi – è stato pubblicato in Italia solo nel 2022. Si tratta del racconto di un viaggio che diventa, con Basho, un accurato e preciso ritratto del Giappone del passato. Una visione dei paesaggi e delle tradizioni tracciata da chi li ha vissuti in prima persona.
Un libro perfetto per i collezionisti e gli appassionati di cultura orientale.

4. Nagori – Ryoko Sekiguchi (Einaudi)
Il termine ‘nagori’ in giapponese rappresenta la stagionalità della natura ma assume nel linguaggio anche un significato più poetico. Esso può indicare infatti la nostalgia di una stagione appena trascorsa che tornerà solo dopo un anno; l’atmosfera che avvolge qualcosa che ormai non esiste più e non tornerà molto presto ed esalta, quindi, il ricordo. Questo termine serve da spunto a Ryoko Sekiguchi per tracciare nel suo libro un percorso che incrocia l’arte, la letteratura, la poesia e la gastronomia giapponese.
Un libro che coinvolge molti ambiti della cultura nipponica, da gustare una pagina dopo l’altra.

5. Prima persona singolare – Haruki Murakami - (Einaudi)
Otto racconti diversi per una sorta di libro ‘concept’ che unisce le storie tramite un solo elemento: il racconto in prima persona. Dopo tante opere il cui il punto di vista personale di Haruki Murakami era rimasto nell’ombra, in questo libro diventa il focus principale del romanzo. Non c’è alcun timore, ma solo la voglia di lasciarsi andare alla scrittura e alla scoperta del proprio mondo interiore.
Dalla visione particolare a quella universale, una serie di racconti che avvicinano lentamente l’io al noi.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?