di Nicole Fouquè

Gli sviluppi più importanti avvengono sempre nei momenti difficili, sia personali che aziendali. Una forza che nasce dal profondo spinge a creare, aiutare, costruire qualcosa di migliore e di più concreto. Questo periodo storico, tra tante rinunce, ha anche posto di fronte a scelte importanti molte realtà che hanno dovuto fronteggiare giornate buie. Erbolario, ancora una volta, non si è tirato indietro facendosi promotore di un’attività benefica volta a sostenere le persone e le famiglie che, in questo difficile momento, sono in difficoltà e che si rivolgono in cerca di sostegno alle strutture caritative di prossimità. La storica azienda lodigiana, che vanta 40 anni di attività e la cui filosofia si fonda proprio sul rispetto delle persone, della sostenibilità e del Made in Italy nel senso più autentico e ampio del termine, ha attivato una stretta collaborazione con Banco Alimentare proprio per essere di aiuto in modo concreto e immediato attraverso un’iniziativa di responsabilità sociale a favore di tante persone e famiglie in difficoltà, impegnandosi a donare un milione di pasti.

"Il cuore ci porta a essere a fianco di Banco Alimentare nella sua nobile e generosa attività- affermano Franco Bergamaschi e Daniela Villa, fondatori de L’Erbolario-. Ancora una volta crediamo fermamente nella piena adesione di tanti, tantissimi nostri clienti, che ci aiuteranno a dare il nostro umile ma senz’altro utile contributo". Un modo per essere ancora più vicini al territorio e per riaffermare il forte legame che l’azienda nutre per l’Italia. La campagna solidale, avviata il 1° aprile, si prolungherà fino al 31 agosto e l’Erbolario coinvolge in modo consapevole la sua clientela. All’acquisto di un prodotto di qualsiasi linea del marchio, infatti, il cliente supporterà Banco Alimentare nella distribuzione di circa 500 tonnellate di alimenti pari a un milione di pasti che, attraverso le strutture caritative convenzionate, arriveranno sulle tavole di tante persone in difficoltà. Un modo coscienzioso per scegliere i prodotti del marchio.

"La partnership con L’Erbolario è ormai consolidata nel tempo e sappiamodi poter contare su di loro - ha affermato Giovanni Bruno, presidente della Fondazione Banco Alimentare Onlus -. Questa importante iniziativa ci permetterà di portare un aiuto concreto alle molte famiglie che, in questo periodo particolarmente complicato, versano in situazione di difficoltà. La collaborazione tra profit, no profit e consumatori è fondamentale per riuscire a dare un sostegno a chi ne ha bisogno". Nell’anno della pandemia si sono azzerati i miglioramenti registrati nel 2019. Dopo quattro anni consecutivi di aumento, si erano infatti ridotti in misura significativa il numero e la quota di famiglie (e di individui) in povertà assoluta, pur rimanendo su valori molto superiori a quelli precedenti la crisi avviatasi nel 2008, quando l’incidenza della povertà assoluta familiare era inferiore al 4% e quella individuale era intorno al 3%. Oggi dunque scegliere un prodotto L’Erbolario significherà anche consapevolezza e aiuto verso gli altri sostenendo così l’iniziativa benefica.