Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
29 mag 2022

Le novità di Maletti Dal raviolo con la mortadella alla pinsa ’light’

29 mag 2022

Traghettare la tradizione nel futuro. Un’ambizione per il meglio del ’Made in Italy’ e delle produzioni locali in ogni settore, ma in particolare per il comparto alimentare. Un’ambizione che spesso è difficile da trasformare in realtà, ma che invece è una scommessa vinta per Maletti (www.maletti1867.it), marchio nato a Casinalbo nel 1867, presente da oltre 150 anni e che ha il quartier generale a Castelnuovo Rangone, Modena. "Ciò che del passato rimane valoriale – afferma Maria Sabina Villani (nella foto con Daniele Reponi elaudia Prandini) – è patrimono per il futuro e le nuove generazioni. Vale anche nel nostro mondo legato al meglio della tradizione italiana a tavola. Vale perché il modo di mangiare è cambiato e innovare significa intercettare l’esigenza del cliente che chiede un mix tra leggerezza e gusto".

Non è un esercizio semplice e richiede una ricerca verso selezioni mirate di prodotti di alta qualità. "Cerchiamo – continua Maria Sabina Villani – i piccoli produttori con una filiera ridotta e certificata e dal nostro magazzino di Bologna facciamo conoscere all’Italia il meglio delle regioni italiane a tavola". Con un ricambio di proposte senza sosta. "Ogni tre mesi – dice – vi sono delle novità per i nostri clienti. Gli ultimi in ordine di lancio sono i ravioli Balonzoni alla mortadella, un’eccellenza bolognese rivisitata in maniera più ’light’ visto che la ricetta originale prevede la forma del tortellone e non del raviolo. Un altro lancio importante è quello della pinsa, prodotto moderno che sta prendendo piede tra i giovani poiché la pasta risulta più leggera: più facile da digerire e con più valore nutrizionale. E ancora, un provolone stagionato in grotte etrusco-romane...". Insomma chi più ne ha più ne metta. Buon appetito.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?