Sarà un allestimento inedito quello che il Fondo-archivio Carmelo Bene, a partire dal 13 settembre, offrirà al pubblico negli ambienti del Convitto Palmieri a Lecce per proporre una sorta di “incontro ravvicinato“ con il grande attore, drammaturgo, regista, scrittore e poeta pugliese scomparso nel 2002.

Disponibili 5 mila volumi, per lo più rari libri di storia dell’arte, teatro, letteratura e storia, molti anche accompagnati da postille scritte a mano, di una biblioteca preziosa e unica, strumento fondamentale alla creazione di un immaginario sempre vigoroso, geniale e senza “steccati“.

E ancora, 22 costumi ed accessori di scena relativi alle opere (Otello, Hommlette for Hamlet, Riccardo III, Pinocchio...), arredi, oggetti personali e dischi.