26 gen 2022

Quanti posti di lavoro perderemo a favore dei robot?

Secondo le ultime stime, entro il 2040 si perderanno – solo in Europa – circa 12 milioni di posti di lavoro, con gli esseri umani che saranno sostituiti dai robot

Robot al lavoro in un call center
Robot al lavoro in un call center

Il rapporto Forrester Job Forecast 2020-2040, che analizza il mondo del lavoro nelle principali nazioni europee, ha stimato in 12 milioni i posti di lavoro che la robotica sottrarrà agli impiegati umani entro il 2040, complice anche la crisi demografica del Vecchio Continente. I settori più colpiti saranno quelli in cui gli stipendi sono più bassi e i processi facilmente automatizzabili. Nel settore della robotica saranno anche creati, però, 9 milioni di nuovi posti di lavoro.

12 milioni di posti di lavoro in meno entro il 2040
Non bastava la pandemia da coronavirus che imperversa ormai da due anni sull’Europa e sul resto del mondo. A colpire il mercato del lavoro ci si mettono anche i robot. L’ultimo rapporto Forrester Job Forecast 2020-2040, infatti, evidenzia come da qui al 2040 saranno 12 milioni i posti di lavoro che gli esseri umani “cederanno” ai colleghi automi.
L’analisi ha coinvolto 5 tra i maggiori Paesi europei (Regno Unito, Germania, Francia, Italia e Spagna) e ha indicato anche quali sono i settori che risentiranno in maniera più consistente della concorrenza dei robot. Si tratta dei negozi di vendita al dettaglio, dei ristoranti, dell’intero settore dell’ospitalità e del tempo libero: lavori con stipendi medio-bassi e con processi facilmente gestibili dall’intelligenza artificiale.

La crisi demografica e i nuovi posti di lavoro in Europa
Sostituire gli esseri umani con i robot sul posto di lavoro, oltre che costi minori per le aziende, sta per diventare un’esigenza. In Europa, infatti, imperversa ormai da anni una crisi demografica che sta saccheggiando il mercato del lavoro. Solo nel Vecchio Continente – si legge nel rapporto Forrester – si perderanno circa 30 milioni di lavoratori.
La robotica, però, sarà anche uno dei settori cardine per la creazione di nuove opportunità lavorative. Entro il 2040 ci saranno circa 9 milioni di posti di lavoro in più in questo settore.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?